Vincitore 30 Days Challenge: Giugno 2014

di 19 agosto 2014

Non fare gli errori che ti bruciano i soldi sul Conto.
Visita le nostre risorse gratuite prima che sia TROPPO TARDI!!!

L’edizione del 30 Days Challenge di Giugno è stata vinta da Riccardo Salerno, un ragazzo di Palermo che a vedere dalla curva di equity del suo conto demo sta ottenendo buoni risultati in modo costante con l’attività di trading nel Forex.
Con il 5,17% di profitto nei mesi di Giugno e Luglio, si è laureato campione nel challenge di Giugno all’interno del Premium 3.0 di Pfx.
Notiamo come la curva dei profitti sia stabilmente a rialzo anche utilizzando un money management conservativo.
Metodo tra l’altro, assolutamente consigliato specialmente per chi sta facendo pratica.
Curva Equity risultati gara

Curva Equity risultati gara

Valuta a che punto è la Tua conoscenza del FOREX
facendo il Test di valutazione gratuito.

Complimenti quindi a Riccardo che ho sentito per una breve intervista.

D)Ciao Riccardo. Mi voglio subito complimentare con te per la vittoria! Iniziamo col conoscerti un po’ meglio: cosa fai nella vita, quanti anni hai, le tue passioni….
R)Sono uno studente palermitano all’ultimo anno di economia e finanza, ho 21 anni e sono iscritto al Premium di Professione Forex dalla fine di Marzo.
D)Bene, quindi non ti occupi di economia in modo diciamo “professionale”?! Ma cosa ti ha spinto ad investire il tuo tempo ed i tuoi risparmi proprio nel Forex?
R)Il mondo della finanza mi ha sempre attratto, un paio di anni fa sono venuto a conoscenza del Forex, su una delle tante pubblicità online, ma sono incappato nella c.d “overdose informativa” che caratterizza internet e ,senza conoscere bene una tecnica di trading o talvolta mischiandone diverse, mi sono lanciato a capofitto in questo mondo bruciando parecchi conti ( ovviamente demo).PFX invece mi ha insegnato tra le tante cose a rispettare le tecniche e mantenere una disciplina rigida.
D)La tua curva dell’equity ha un trend rialzista, con un solo trade andato in stop nel finale. Cosa è successo nel periodo finale della tua operatività: non c’erano grosse occasioni, c’è stata qualche analisi errata,…? Siamo anche curiosi di conoscere il tuo modo di operare: che time frame prediligi, quale o quali tecniche utilizzi e perchè.
R)Sicuramente qualche analisi errata c’è stata,complice anche la smania di tradare(sulla quale sto lavorando molto ultimamente).Per quanto riguarda l’operatività, utilizzo le tecniche Long term D1/H4 e FIBO H1, perchè oltre ad avere un buon RR ed essere molto semplici, mi permettono di non dedicare “troppo” tempo ai grafici.
D)A tuo avviso quali sono le cose veramente importanti che ogni trader dovrebbe seguire principalmente?
R)Credo sia fondamentale per un trader rispettare il money management e le regole che si erano prefissate prima di entrare a mercato, in modo tale da ridurre quanto piu possibile l’influenza della componente psicologica.
D)Fare questo campionato ti è servito a migliorarti in qualche tuo punto debole? Cosa ti piace e cosa no del 30 Day challenge? Consiglieresti a tutti di parteciparvi? Se si, perché?
R)Certamente il 30 Day Challenge permette di mettersi in gioco, e di imparare ,oltre che dai propri errori, anche da quelli degli altri, quindi credo sia uno scambio continuo tra i partecipanti.Ovviamente consiglio a tutti di parteciparvi, specialmente ai neo-iscritti,perchè, come dicevo, è un metodo per accelerare l’apprendimento.
Grazie mille a Riccardo per la sua disponibilità. Dalle risposte di questa intervista posso assolutamente affermare che è sulla buonissima strada per diventare un ottimo trader nel mercato del Forex
Come tanti aspiranti trader, anche Riccardo ha sperimentato inizialmente la confusione che si prova nel tentare di filtrare la miriade di informazioni che si trovano in rete. Anche lui come tanti si è buttato nel trading senza un metodo, mischiando le tecniche, senza disciplina e non rispettando le regole del money management. Ovviamente in questo modo i risultati che otteneva non erano affatto soddisfacenti.
Dopo aver conosciuto Pfx ed essersi iscritto al Premium è riuscito a mettere ordine e ad operare con il metodo giusto, quindi a rispettare le regole, a mantenere una disciplina ferrea e ad utilizzare un corretto e conservativo money management.
Ovviamente tutto questo non l’avrebbe mai ottenuto se almeno inizialmente non si fosse impegnato molto nello studio e nella pratica.
Complimenti ancora a Riccardo e un saluto a tutti i lettori.

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.

Commenti