Trading, preparazione o istinto

di 04 luglio 2016

Non fare gli errori che ti bruciano i soldi sul Conto.
Visita le nostre risorse gratuite prima che sia TROPPO TARDI!!!

Ci sono traders che si preparano prima della propria sessione ad osservare i mercati, gli andamenti per poi confrontare i vari strumenti, ecc…

Altri traders invece aprono le proprie postazioni e si mettono a cercare subito i setup delle tecniche che conoscono e sono immediatamente pronti a piazzare un ordine.

Tu che tipo di trader sei?

Uno di quelli che spera di andare subito a mercato, oppure fai molta analisi prima di entrare nei dettami delle tecniche e ricercare le occasioni d’ingresso?

Sei quel tipo di persona che pensa di fare trading solo se ha almeno una posizione aperta oppure credi che il trading sia anche ( e soprattutto) analisi?

Nel Premium diamo molta importanza alle regole della tecnica senza tralasciare i concetti di analisi ai quali i movimenti del prezzo sono ovviamente legati; tanto più un trader conosce la tecnica e la sa applicare tanto più egli sarà profittevole.

E per applicare correttamente una tecnica ci vuole pratica e tempo, per far si che con pazienza si impari a leggere il grafico.

E’ proprio necessario prepararsi o basta la sola applicazione?

Dalla mia esperienza personale posso dire che si impara molto con l’applicazione personale, andando a vedere che cosa ha generato i nostri successi ed insuccessi.

Mantenendo un diario di trading per l’esecuzione di tecniche intraday come la Suprema ad esempio, potrei scrivere che cosa vedo del setup, perché ho deciso di entrare (o di non entrare se poi ho scartato quel trade che era interessante inizialmente), come era il livello S/R, le condizioni del mercato, il money management usato.

E la giornata di trading si conclude con l’analisi del diario per rivedere le mie decisioni e confrontarle con i grafici; lo stesso può valere per il fine settimana.

All’apertura delle contrattazioni invece è buona norma analizzare tutti i grafici a time frame alti per capirne l’andamento e selezionare così quelli interessanti per il nostro metodo. Quindi creare una watchlist.

Valuta a che punto è la Tua conoscenza del FOREX
facendo il Test di valutazione gratuito.

Ad esempio, per chi segue scrupolosamente il trend, sarebbe interessante scartare quegli strumenti che sono in fase laterale, racchiusi in livelli statici o che non dimostrano tendenze chiare.

Così da liberare tempo e concentrazione ed ottimizzare il proprio operato. Se poi il mercato dovesse essere così apatico allora…… bhè, avremo la giornata libera 🙂

preparazione_analisi_forex

Nel trading, come ogni altro lavoro, per avere grandi risultati si necessita di organizzazione e disciplina nell’applicarsi.

Dal mio punto di vista è meglio eseguire una tecnica in meno e dedicare quel tempo in più alla preparazione e all’analisi del diario.

D’altronde in PFx abbiamo tecniche come la Long Term adatte per chi ha poco tempo da dedicare ai grafici ed altre strategie che nel complesso permetto al trader di gestire la propria attività.

Molti commercianti non riescono perché non fanno le cose necessarie per guadagnare il loro successo nel trading. Alcuni acquisiscono un atteggiamento meno organizzato e uno stile di vita più rilassato, mentre altri tendono a sfidare se stessi, a cambiare e a costruire un percorso di miglioramento.

Anche a questo scopo la sfida interna al Premium, il 30’s days Challenge, è ottimo per spingere a migliorare se stessi; sfidandosi non per il denaro ma per imparare dal proprio operato e a mettersi in gioco.

E tu che tipo di trader sei? La pensi come me sulla preparazione prima di iniziare la seduta di trading? La trovi fondamentale, necessaria o è solo tempo valido agli appassionati dei grafici e poco costruttivo?

Buon trading profittevole!!

Alessandro Vitali

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.