Trading Operativo: Iniziare a capire i meccanismi del mercato…

di 19 giugno 2016

Non fare gli errori che ti bruciano i soldi sul Conto.
Visita le nostre risorse gratuite prima che sia TROPPO TARDI!!!

Cari aspiranti trader, in questo scritto, cercherò di darvi qualche indicazione per meglio comprendere le dinamiche di mercato e migliorare, di conseguenza, il trading operativo.

Mi reputo un individuo molto pratico e, dunque, sono solito andare dritto al nocciolo della questione senza scrivere troppe parole a vuoto (se parlo, ovviamente, senza dire parole al vento). 🙂

Lo scopo è quello di darvi, in poche righe, una chiave di lettura molto intuitiva dei meccanismi del mercato.

Quando il dollaro americano si apprezza fortemente (trend long), il prezzo delle materie prime (spesso e volentieri) crolla (petrolio, oro, argento, rame!!! Tutti giù per terra!! 🙂 ); contestualmente gira meglio l’economia mondiale ed in linea di massima si può riscontrare un apprezzamento dei principali indici borsistici (rialzo DAX, NIKKEI, S&P500 e correlati annessi).

Ovviamente, nel caso di un dollaro debole (trend short), iniziamo ad assistere ad un aumento dei prezzi delle materie prime e un deficit dell’economia segnalato dai crolli degli indici borsistici.

Il concetto citato abbraccia pienamente il campo delle correlazioni che è molto vasto e devo, per forza di cose, essere sintetico per andare nel vivo di ciò che voglio trasmettere (Tartassatemi di domande nello spazio commenti).

Come possiamo sfruttare questa chiave di lettura a nostro favore?

La domanda, ovvia e doverosa che richiama al pratico, trova risposta nel seguente esempio:

Valuta a che punto è la Tua conoscenza del FOREX
facendo il Test di valutazione gratuito.

Ho un bel pattern per applicazione della tecnica LT su AUD/USD che mi dice di entrare long.

Nello stesso momento il dollaro è forte contro tutti, le materie prime si stanno deprezzando (crollo oro, argento, petrolio) e l’economia sta girando bene (i CFD su DAX, FTSE MIB, NIKKEI, S&P500 prendono valore).

E’ molto probabile che, in virtù di quanto detto sopra (e della correlazione diretta tra australiano ed oro), il cambio indicato vada nella direzione opposta (short) e ci porti ad uno stop.

Chissà quante volte sono state consolidate delle perdite(stop loss) che, sulla base di questa semplice lettura, si potevano evitare(.!?)

E’ capitato a tutti di non capire perché il pattern perfetto non abbia funzionato. Bene! Molto probabilmente le dinamiche del mercato erano sfavorevoli.

Un saluto a tutti e… approfondiamo nello spazio sottostante. 🙂

Giacomo C.

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.

Commenti