Trading Forex: Introduzione alla Long Term

di 04 dicembre 2015

Non fare gli errori che ti bruciano i soldi sul Conto.
Visita le nostre risorse gratuite prima che sia TROPPO TARDI!!!

La LONG TERM è la strategia principale che insegniamo in professione forex. Si tratta di una strategia semplice da comprendere e che permette di ottenere profitti dedicando poco tempo ai grafici ed alle analisi.
Come si intuisce dal nome, è stata creata per cogliere opportunità di trading nel lungo termine ed operare in completa tranquillità.
Una strategia ottima per chi è impegnato durante tutta la giornata e desidera avventurarsi nell’affascinante mondo del trading, per trarre guadagni senza forti ed inefficienti pressioni emotive e psicologiche (componenti negative generate dal day trading).

I time frame operativi

La LT si presta bene ad essere sfruttata su time frame daily e 4 ore.

Questo significa che per le analisi ed eventuali operazioni giornaliere, bisogna aprire i grafici una sola volta al giorno e precisamente alla chiusura della candela daily che avviene alle 23 italiane (per la giusta applicazione della tecnica è necessaria questa condizione).
Ovviamente, allo stesso modo, se si vuole cogliere occasioni su time frame H4, bisogna osservare i grafici almeno 5 volte nell’arco della giornata (per i vampiri 6 volte in virtù della chiusura alle 3 di notte).

Per chi ha tanta pazienza può decidere di applicarla anche su grafici weekly e montly.

I principi della Long Term

Per poter attuare la strategia devono essere rispettate tre condizioni fondamentali imprescindibili, nel senso che se viene meno una delle tre non è possibile operare.
Le tre colonne portanti sono:
TREND che indica appunto la tendenza, ovvero la direzione in cui opereremo (long o short).
RITRACCIAMENTO o fase di correzione al culmine della quale cercheremo il setup. Abbiamo bisogno di questa fase di ricarica per sfruttare l’elasticità del prezzo ed entrare in modo vantaggioso.
SEGNALE che rappresenta la chiave per operare e determinare con precisione i dettagli della nostra operazione (entry, stop loss, size, RR).
Verificato dunque che un pattern presenti queste tre proprietà, abbiamo semaforo verde per operare. Giustamente bisogna tener conto della qualità di questi punti fondamentali.
Un buon trend deve essere caratterizzato da almeno 40 candlestick in su e descritto da cicli armoniosi.

1 im

Un ritracciamento degno di nota dovrebbe esaurirsi tra il 50% ed il 76% dell’ampiezza dell’onda (il 61,8% sarebbe l’ideale).

2 im

Valuta a che punto è la Tua conoscenza del FOREX
facendo il Test di valutazione gratuito.

I segnali che utilizziamo per operare sono sostanzialmente tre: pin bar, binaria ed inside. Un buon segnale deve essere di adeguate proporzioni rispetto all’onda, perché dalle sue dimensioni dipendono fattori che sono fondamentali per l’impostazione e l’esito positivo dell’operazione.

3 im

Un segnale troppo grande ci metterebbe nelle condizioni di avere un rapporto rischio rendimento svantaggioso; contrariamente un segnale troppo piccolo potrebbe non dare la spinta giusta al prezzo per riprendere la marcia della tendenza principale.

Come piazzare gli ordini?

Come suddetto, il setup ricopre un ruolo chiave per determinare i dettagli principali dell’operazione, esso ci dice:
-Dove piazzare gli ordini di entry e stop loss;
-Con che size entrare in base al nostro rischio;
-se il rapporto rischio-rendimento risulta vantaggioso.
Vediamo nell’immagine come piazzare gli ordini in base a quanto detto.

ordini

Un segnale di giusta proporzione deve garantire, al raggiungimento del massimo precedente, un RR che sia almeno pari ad 1:1. La size va calcolata in relazione all’ampiezza dello stop loss (nell’immagine riportata corrisponde a 135 pip) ed in base a quanto si vuole rischiare secondo i canoni di un corretto MONEY MANAGEMENT.
Buon trading a tutti ed ai nostri corsisti premium ricordo l’appuntamento con i consueti webinar online.

Giacomo Cipriano

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.

Commenti