Sviluppare una mentalità profittevole nel trading

di 04 luglio 2012

Questo argomento l’ho affrontato più volte, ma non smetterò mai di ribadirlo, la mentalità, è fondamentale nella vostra operatività.

Nel trading, non basta avere una strategia vincente, se non hai la mentalità giusta nessuna strategia potrà mai farti guadagnare dei soldi, soprattutto se viene utilizzata da un imprenditore con la psicologia sbagliata.

Purtroppo questo punto cruciale viene sottovalutato da molti aspiranti traders, ed è tra i principali fattori che rendono la maggior parte dei traders dei perdenti.

La fortuna non sempre aiuta il principiante

La maggior parte delle persone che si approccia al mondo del FOREX, pensa che una volta trovata una strategia, un indicatore, un oscillatore il gioco sia fatto, il loro computer si trasforma in una macchina per stampare soldi.

Ma aimè si ritrovano in men che non si dica in un mare di guai, soprattutto se le prime operazioni, vuoi per caso vuoi per fortuna sono andate a buon fine, generando dei guadagni.

Questo impasto di fortuna e mentalità poco affine al trading, non durerà per molto e porterà alla chiusura del conto in breve tempo.

Il trading di successo è il risultato finale dello sviluppo di abitudini commerciali proprie, e le abitudini sono il risultato finale una corretta psicologia di trading.

Probabilmente vi trovate tra le mani una strategia vincente e redditizia, ma con voi non funziona come dovrebbe.

Vi siete mai chiesti il perché?

La risposta è semplice, perché la vostra mentalità sta lavorando contro di voi, invece che per voi.

Per prima cosa dovete avere delle aspettative realistiche, non pensate di fare soldi dopo solo un paio di mesi di trading con un account real di 5000€, abbandonando il lavoro per fare il trader a tempo pieno.

Potrà andarvi bene nel breve periodo ma sul lungo termine avete delle grosse probabilità di mangiarvi i guadagni presi e non solo quelli.

Non capisco come le persone possano pensare di fare il 100% al mese, quando vincolando i propri risparmi riescono ad ottenere al massimo un 3,5% annuo.

Non ci trovo niente di male se con la mia attività di trading riesco ad ottenere un 5-6% mensile, che comunque in un anno è un buon risultato, e ciò non vieta di avere anche performance migliori.

Un punto fondamentale per ottenere risultati positivi, è quello di non esporsi più del dovuto, permettendo ad una singola operazione di devastare il proprio conto, ma essere sicuri di quello che si rischia e che si è disposti a rischiare, programmando il tutto prima di entrare a mercato.

Questo procedimento, lo si ottiene con un buon Piano di Trading con il quale sappiamo quanto rischiare, quando entrare e soprattutto quando uscire da un Deal, sia nel caso vada bene che nel caso vada male.

La programmazione è un aspetto fondamentale per non rendersi la vita stressata da operazioni aperte a casaccio che non ci fanno fare sonni tranquilli.

Altro aspetto da tenere in considerazione è l’ indipendenza di ogni trade che eseguiamo.

Se usciamo da una striscia vincente di operazioni, l’errore che si può commettere è quello di un eccesso di fiducia nella nostra strategia, questo eccesso porta spesso a far rischiare più di quanto concesso dal nostro Money Management, in quanto si pensa di aver trovato il Santo Gral del trading, la conseguenza matematica di questo comportamento, si traduce in un azzeramento dei profitti ed una diminuzione della nostra equity.

Dovete ricordare che ogni singola operazione è un mondo a sé, per cui non entrate mai a mercato sull’ euforia di una trade vincente, ma pianificate sempre il tutto come dei professionisti e come vuole il vostro piano di trading.

Perché qui in PFX puntiamo sulla Tecnica Long Term?

Semplice, chi approda in questo campo per la prima volta, non ha certo l’ esperienza la conoscenza e nemmeno le capacità per affrontare un mercato veloce, e quindi il Time

Frame giornaliero vi da la possibilità di lavorare con più calma, e di pianificare il tutto a tavolino per un esecuzione sicura della vostra operazione.

Oltre a questo, i segnali su un Time Frame Daily sono molto meno disturbati che su Time Frame più bassi, (H1 o sul 15 Minuti), permettendo dei setup ad alta probabilità di riuscita.

Questo tipo di operatività vi permette di settare le vostre operazioni con calma e tranquillità, oltre tutto un time Frame daily non vi da molteplici possibilità di entrata, in quanto la candela si chiude a fine giornata ed è proprio alla sera che si tirano i conti.

Questo metodo si sposa molto bene per chi a poco tempo da dedicare a questa attività ma vuole comunque imparare un buon metodo per sfruttare il mercato valutario.

Un aspetto fondamentale è quindi qualità a discapito della quantità, il mio motto preferito si traduce proprio in questo, meglio una trade buona che 3 trade perdenti, e non ci vuole un genio per capire il perché, in sintesi “poche ma buone”, questo fa veramente la differenza.

Non disperate se non siete sempre presenti nel mercato a volte è molto meglio stare sulla porta a guardare e scendere in campo solo se veramente si trova il setup che rispecchia tutte le vostre caratteristiche.

I punti fondamentali:

Avere aspettative realistiche
• Avere un Piano di trading
• Non rischiate più del dovuto
• Essere consapevoli che ogni operazione è indipendente dalla precedente
• Qualità rispetto alla quantità
• Operare su Time frame giornaliero

Questi punti sono la base per avere successo nel trading, spero che vi rimangano impressi e che possano aiutarvi nel migliorare le vostre performance.

Per oggi è tutto al prossimo articolo.