Servizio analisi del 12 gennaio 2016

di 12 gennaio 2015
Le coppie di valute che sui grafici daily attualmente si trovano in una situazione di trend sono:

  • GBP/USD ()
  • GBP/AUD ()
  • GBP/NZD ()
  • USD/CAD ()
  • AUD/CAD ()
  • NZD/CAD ()
  • CAD/JPY ()

Cambi e cross con occasioni imminenti

GBP/AUD D1()

Cosa sta succedendo:

Netto trend ribassista. L’andamento non ha cicli regolari ma le onde sono comunque ben visibili ed è facile individuarvi una trend line che colleghi tutti I massimi relativi. L’ampiezza di swing e ritracciamentoè piuttosto ampia ad eccezione dell’ultima fase la quale è costituita da 19 candele; la media mobile che meglio reagisce al movimento dei prezzi è la 50. Il punto in cui si è formato il segnale è ottimo considerando la confluenza di trend line, media mobile e livello S/R. il segnale di pin è evidentemente ottimo.

Decisioni da prendere
Analizzare eventuali livelli di supporto da ostacolo al nostro take e calcolare la bontà dell’operazione con la fuzzy logic; tentare un’entrata a sconto.

1

GBP/NZD D1()

Cosa sta succedendo:

Situazione simile alla precedente dove la Sterlina è ancora protagonista a ribasso. Difatti il trend è evidente seppur le sue qualità non sono così presenti come la precedente situazione. Innanzi tutto abbiamo solo due onde molto ampie e che non permettono di tracciare una trend line valida; ne consegue anche una price action di minor validità. Il segnale è presente e molto ben formato ma su un livello di Fibonacci alquanto scarso come entità di ritracciamento.

Decisioni da prendere
Decidere se entrare utilizzando lo sconto. Personalmente suggerisco di concentrarci investendo sul grafico con caratteristiche tecniche migliori ma se si dovesse tradare entrambe le coppie fate attenzione al rischio dato che sono entrambe correlate avendo la Sterlina.

2

Cambi e cross da tenere sotto controllo

UsOIL D1()

Il petrolio sotto osservazione dalla fine dello scorso anno per la sua situazione di deprezzamento, sta concretizzando un’ennesima fase discesista terminata la quale, potremmo analizzare l’entità del ritracciamento. Un buon margine di riferimento per ricercare segnali è senza dubbio la zona attorno al valore tondo 35,00 che darebbe concretezza all’azione del prezzo. Da tenere sotto osservazione.

3

Interessanti spunti operativi per questo primo mese dell’anno.
Dunque buone analisi e buon trading!!

Alexander