Quando prendere profitto

di 22 agosto 2012

Salve signori del forex, oggi in questo articolo vi mostro un errore che ho commesso in questi giorni.

Quando si dice che bisogna operare su quello che si vede e non su quello che si pensa, non è del tutto sbagliato, ed oggi ve lo dimostro:

Il fatto

Qualche settimana fa, sono entrato in un Deal sul cross EUR/AUD Daily Chart.

L’operazione è andata molto bene, avevo raggiunto circa 420 pips di guadagno, cavalcando una bella onda ribassista.

Come sappiamo la nostra valuta, sta passando un momento difficile, e da buon speculatore, ho cercato di trarre un profitto dal periodo negativo ed in parte ci sono anche riuscito.

Ad un certo punto, il forte movimento ribassista ha un momento di pausa, e configura sul grafico un doppio minimo.

Questo segnale già per sé è un campanello d’allarme, che indica la possibilità nelle migliori delle ipotesi, che il trend possa iniziare un ritracciamento e nella peggiore addirittura un inversione.

Convinto delle mie azioni, me ne frego del doppio minimo pensando fosse solo un ritracciamento, e considerandolo solo un momento di respiro del trend.

Il ritracciamento, in realtà me lo aspettavo, in quanto il prezzo era da due mesi che continuava a scendere ed il trend prima o poi doveva prendersi una pausa.

Di fatto il doppio minimo, ha fatto la sua parte, ed il prezzo ha iniziato ad invertire rompendo il livello di 1.1850, che in più occasioni aveva respinto il prezzo a ribasso.

Nella mia operazione avevo impostato uno Stop Profit a quota 1.1900, sempre convinto che il prezzo ci ci sarebbe mai arrivato.

Come potete notare dl grafico, ho avuto più di un segnale che mi diceva che era il momento di uscire, ma in questa occasione non ho letto correttamente il grafico, anzi l’ho letto correttamente, ma non ho agito di conseguenza, solo perché convinto che il prezzo sarebbe sceso nuovamente.

Se avessi agito come il grafico mi suggeriva di fare, sicuramente non avrei lasciato sul terreno, qualcosa come 300 pips.

Conclusioni

Spero che questa mia mini lezione di trading reale, vi faccia capire che è il grafico che ci dice quello che dobbiamo fare, senza farci condizionare da elementi esterni che disturbano la nostra analisi.

Il segnale di inversione era presente, ma io non ho voluto ascoltarlo, perché convinto che il prezzo scendesse, convinzione errata che ho pagato abbastanza cara.

Questo esempio deve rimanervi chiaro in testa, se il grafico ci da dei segnali chiari noi dobbiamo ascoltarli, ed agire di conseguenza.

Le nostre convinzioni che siano animate da momenti di crisi economica o da varie news, non devono influenzare la lettura del prezzo.

Solitamente, non compio questo tipo di errore, sono molto lucido e disciplinato nelle mie analisi, ma in questo caso preciso, mi sono fatto trasportare, dalla grande presa di profitto che avevo già raggiunto e da un po’ di ingordigia, sperando di aumentare ulteriormente i miei guadagni.

Credo che questo esempio serva a voi per evitare errori di simili, aiutandovi ad avere maggiori profitti nel vostro trading ed a me per ricordarmi che è il prezzo sul grafico che ha sempre ragione e di non dare troppo peso ad analisi fondamentali e a sentimenti di mercato.

Per questa sera è tutto buon trading a tutti.