Perché è importante tenere un Diario di Trading

di 12 settembre 2013

Non fare gli errori che ti bruciano i soldi sul Conto.
Visita le nostre risorse gratuite prima che sia TROPPO TARDI!!!

La strada che conduce ai profitti costanti nel trading è certamente tortuosa, ragionevolmente in salita, relativamente lunga. La variabile del quanto sia lungo il cammino dipende dalla nostra volontà di apprendimento, e soprattutto dalla capacità di saper mettere ordine tra le informazioni che man mano raccogliamo.

L’esperienza è comune a tutti gli aspiranti traders. Si iniziano a pescare nozioni nel caos del web, si perdono milioni di pips con le prime tecniche raccattate chissà dove, sulla demo di un broker a caso. Poi qualcuno rinsavisce e si affida a un corso professionale, per iniziare finalmente un serio percorso metodologico.

Lasciamo un attimo questo tratto del sentiero, ma ci torneremo su, nel blog.

Quando finalmente acquistiamo disciplina e metodo, si entra in una seconda fase del percorso, più importante dello studio stesso: si comincia a fare esperienza. E questo, ragazzi, è un bagaglio che dovete portare da soli, dopo averlo riempito con le giuste tecniche. Fare esperienza vuol dire accumulare trades, losses and gains, poco importa che lo facciate su una piattaforma demo o real (ok, so cosa pensate, se lo fate in real le perdite scottano di più).

Tenete sempre aggiornato il vostro diario

In tutti i casi, che siate profittevoli o no, è indispensabile tenere traccia scritta di ogni singolo trade. Il diario di trading è lo strumento che contraddistingue il trader di successo. A patto che sia ben tenuto e costantemente aggiornato. Tenere un diario vuol dire annotare tutto quello che c’è prima, durante e dopo una determinata entrata a mercato. Quindi: scriveremo con quale tecnica siamo entrati, il nostro target, il calcolo del rischio, le azioni intraprese nel corso del trade, le considerazioni sull’esito finale. Il tutto (questo è importantissimo), completato dallo screenshot del grafico.

 

 

Rileggendo il vostro diario giorno dopo giorno, imparerete a scoprire gli errori ricorrenti e a correggerli, magari tornando a consultare gli appunti o riguardando il webinar di quella certa strategia. Osservando l’immagine dei grafici che avrete conservato, vi accorgerete di avere più successo con determinati setup, o di entrare con troppo anticipo su quel tipo di segnale, che puntualmente vi sbatte fuori dal mercato in poco tempo.

Valuta a che punto è la Tua conoscenza del FOREX
facendo il Test di valutazione gratuito.

Diari automatici in giro ce ne sono vari. Uno di questi è Myfxbook (semplice, completo e, last but not least, gratuito), che qui in Professione Forex raccomandiamo ai nostri corsisti. Per dirvi quanto sia importante per noi, la gestione di un corretto diario di trading è requisito fondamentale per partecipare al nostro 30 Day Challenge, il contest interno con cui i corsisti testano sul campo le tecniche apprese. E’ proprio attraverso questo diario che i docenti di Pfx possono rivedere e correggere gli eventuali errori di ingresso e gestione dei trades.

Tra le tante utilities, il diario vi fornirà il grafico della vostra equity line (curva dei profitti), la foto dell’andamento del vostro trading:

 

Questo grafico non l’ho preso a caso: è l’invidiabile equity line di uno degli ultimi vincitori del nostro campionato mensile, quasi +12% in un mese. Prosit e complimenti.

L’obiettivo finale è insomma non soltanto quello di apprendere tecnica e disciplina, ma anche (e soprattutto) di sviluppare capacità di analisi del proprio trading. E’ un lavoro che richiede costanza, molta pazienza, ma che alla fine del percorso non potrà che premiare la nostra ambizione di diventare traders profittevoli.

Tenete d’occhio il blog, ci si vede qui la prossima settimana.

 

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.