Per imparare a vincere (e guadagnare), bisogna saper perdere

di 11 dicembre 2013

Non fare gli errori che ti bruciano i soldi sul Conto.
Visita le nostre risorse gratuite prima che sia TROPPO TARDI!!!

L’altra sera ero a cena con la famigliola e, sbocconcellando, si guardava in tv un noto programma a premi. Quello dove uno guarda una scatola, dice “Valle d’Aosta”, e se è fortunato gli svalangano soldi giù dal Cervino. Per consolare una concorrente che invece delle cinquecento (intese come “milaeuro”, non come l’auto) stava per vincerne “solo” ventimila, il colto presentatore ci scodella questo aforisma:

 “Il successo è l’abilità di passare da un fallimento all’altro senza perdere l’entusiasmo”

La frase in questione è di Winston Churchill, un signore che col Forex non c’entra nulla, ma che aveva piena autorevolezza per dire questa ed altre cose (poi ho controllato, non che non mi fidi dei colti presentatori però non si sa mai, e pare che la frase sia autentica, tradotta dall’originale: “success is going from failure to failure without losing enthusiasm”). Comunque, sento questa frase e penso: se esistesse un inno dei traders, dentro ci starebbe benissimo.

Il nostro successo è il profitto, il fallimento è lo stop loss, l’entusiasmo è l’ostinazione di continuare a tradare, nonostante tutto, con la stessa ferrea disciplina. Cambiano i termini, non la sostanza.

Un noto e assai menagramo dato statistico riporta che oltre il 90% degli aspiranti traders abbandona l’attività, lasciando al restante 5% campo libero per i profitti. In quest’altissima quota di fallimenti senza ritorno risiedono senza dubbio quelli che affrontano il trading come fosse un casinò: lanciano le loro fiches nel grafico e scommettono long o short secondo come gli gira. Solo che al casinò se perdi una giocata il croupier ti sfila via solo la fiche che hai messo giù. Nel trading, se poco poco ti sei distratto nel mettere lo stop loss, il broker ti pela in un attimo tutto il cucuzzaro.

A parte le facezie, è la riflessione che abbiamo spesso fatto qui nel blog: il trading non è un gioco ma una forma attiva di investimento, e si affronta con la serietà che merita. Non mediante informazioni prese a casaccio nel web, ma con le tecniche e la disciplina che soltanto un serio corso di formazione può insegnarci. Questo è il cammino in cui crediamo qui in Pfx, e che ci ha spinto a creare il Premium prima, ed il nuovo, bellissimo, Premium 3.0 ora.

Tornando a quella statistica: a pensarci bene, nel 90% di sconfitti è compresa anche una quota di aspiranti traders che in realtà posseggono una buona tecnica, e avrebbero tutte le potenzialità per generare profitti in maniera costante. Però non lo sanno. O meglio: non lo sapranno mai, perché si fermano davanti alle prime difficoltà e ai primi stop loss. Abbiamo tutti sperimentato l’entusiasmo di una serie di operazioni in gain, così come la frustrazione per i trades andati male. Tra i due opposti sentimenti è certamente quest’ultimo il più nocivo, perché se non ben elaborato può condurre alla disaffezione.

Valuta a che punto è la Tua conoscenza del FOREX
facendo il Test di valutazione gratuito.

Accade quindi che dopo una serie di perdite, dimenticando il buon lavoro fatto prima, alcuni traders si convincono di non essere all’altezza e abbandonano i grafici.

Accettare lo stop loss è invece un’indispensabile virtù del trader vincente. Pensare di poter mettere in fila solo trades redditizi è pura follia, e di questo credo siamo tutti consapevoli, qualsiasi livello di esperienza si abbia. Oltre a ciò occorre anche mettere in conto che gli stop si possono accumulare anche in serie consecutiva. Ma: se ciascun trade è gestito con un rigoroso money management e un proficuo risk-reward, il drawdown generato dalle posizioni in perdita verrà recuperato a nostro vantaggio.

II trader vincente vede lo stop loss non come il nemico che gli fa perdere soldi, ma come un buon alleato che protegge la cassa e mantiene le perdite sempre sopra la soglia di pericolo.

Ora sia ben chiaro, non voglio dire che quando il mercato ci stoppa dobbiamo fare i caroselli per strada. Semplicemente, se abbiamo coscienza della nostra capacità di far trading, se sappiamo di possedere una buona tecnica, bisogna considerare le perdite come parte dell’attività. E continuare per la nostra strada con fiducia, without losing enthusiasm. Never.

Tenete d’occhio il blog, ci vediamo qui la prossima settimana.

 

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.

Commenti