Ottimizza il trading cooperativo

di 05 settembre 2012

Salve signori del Forex, nell’articolo di settimana scorsa ho scritto dell’importanza del trading cooperativo, questa settimana voglio portarvi un esempio di come impostare le vostre sezioni di trading cooperativo, in modo da evitare che siano solo momenti di confusione e perdite di tempo.

Inizialmente il nostro team si trovava la sera intorno alle ore 23:00, il più delle volte si iniziava con il buon proposito di analizzare il mercato, ma subito dopo le prime analisi si cadeva spesso nel cazzeggio collettivo.

Quando si è collegati e si chiacchiera del più e del meno, il tempo passa in fretta e ci si ritrovava intorno alle 00.30 della sera senza aver concluso niente di buono, ma parlando di tutto tranne che di forex.

Quando ci siamo accorti, che le analisi passavano spesso in secondo piano, abbiamo dato una sterzata costruttiva e ci siamo pianificati il lavoro.
 

Prepara il tuo lavoro cooperativo

Abbiamo deciso ad unanimità, che ognuno portasse un operazione da analizzare, questo ci permette di non visionare tutto il mercato durante la sezione di trading cooperativo, ma di visionare ed analizzare i grafici in solitudine una mezzora prima, ed in seguito metterli alla discussione del team.

Con questo piccolo accorgimento, riuscivamo ad essere molto più costruttivi, in quanto si analizzavano dei movimenti interessanti e non si perdeva tempo a far passare tutti i grafici inutilmente, che spesso portavano ad analisi dilungate senza una conclusione vera e propria.

Con questo sistema le analisi occupano veramente poco tempo, le operazioni vengono visionate e commentate dal gruppo, ampliando così la prospettiva dell’operazione a 360°, e permettendo in questo modo di analizzare i vari punti di vista, per poi trarre le dovute conclusioni.

Se impostate in questo modo il vostro trading cooperativo eviterete inutili perdite di tempo.

Un consiglio che posso darvi per esperienza personale, e di non creare gruppi troppo numerosi, (al massimo di 5 persone), altrimenti è maggiore la confusione e minore il lavoro vero e proprio.

Altro punto che voglio sottolineare, è il fatto che cooperando si riesce ad imparare molto più facilmente;
in quanto se non avete acquisito un concetto, o lo avete semplicemente interpretato male, confrontandovi tutte le sere con i vostri colleghi, riuscite a carpire quei passaggi fondamentali che in un primo momento vi sono sfuggiti, o che semplicemente avete interpretato in modo erroneo.
 

La forza del trading cooperativo

Questo fa del trading cooperativo la sua forza, una visione plurima ed un analisi più consona ed attenta, in quanto non viene eseguita singolarmente ma in gruppo; questo rende molto più difficile interpretare in modo errato un setup da parte di tutto il gruppo, ed è per questo che si riesce ad essere più profittevoli ed a commettere meno errori banali o di semplice svista.

Ora spesso le analisi le eseguiamo alle 22.30, il mercato a quell’ ora ha già dato, e difficilmente esegue movimenti che cambiano la configurazione di un segnale; per cui alle 23:00 le analisi sono già belle che concluse e se vogliamo parlare di altro o dilungarci in chiacchiere non è un problema, in quanto il lavoro che ci siamo prefissati è già stato eseguito, e se abbiamo trovato dei setup favorevoli gli ordini sono già stati messi in macchina con la dovuta calma, e parsimonia.

Spero che questo mio spunto, vi renda il lavoro cooperativo un punto fermo del vostro trading, aiutandovi a migliorare ed ad analizzare il mercato nelle sfaccettature più varie.

Per questa sera vi ho detto tutto quello che dovevo dire sul trading cooperativo che facciamo nel “Premium Revolution”