Matematica e Forex Trading

di 07 giugno 2017

Non fare gli errori che ti bruciano i soldi sul Conto.
Visita le nostre risorse gratuite prima che sia TROPPO TARDI!!!

Quanto è importante la matematica nell’analisi tecnica per il trading?

Se portassimo questa domanda specificatamente nel mercato valutario, quale sarebbe la risposta?

Sappiamo per certo che l’analisi tecnica si fonda su una serie di principi i quali, vengono applicati dai trader in modi diversi a seconda di ciò che ognuno di essi sta osservando.

Il tutto per capire la situazione attuale del mercato e cercare di cogliere la più probabile direzionalità del prezzo per lo strumento finanziario analizzato, così da poter applicare la tecnica conosciuta più adeguata.

Anche le migliori tecniche vanno contestualizzate e seppur dovessimo tradare con l’ausilio di strategie particolarmente non discrezionali e, quindi, riducendo al minimo la soggettività di chi le applica, il trade può acquisire valenze diverse a seconda se abbiamo più o meno spunti operativi a favore.

Ovvero, tecniche trend following come la Long Term che esigono un segnale dopo un ritracciamento, sviluppano setup la cui definizione può essere ottimizzata dalla presenza di un supporto o di una resistenza a favore della direzionalità primaria, posti a fine movimento correttivo.

Quello che permette di valutare apportando un valore aggiunto all’analisi, è lo strumento di Fibonacci; che come immagino il lettore sappia già, è presente in tutte le piattaforme di trading per essere a disposizione di chi lo utilizza per traslarlo sui grafici.

 

Funzionamento

La singolarità della sequenza di Fibonacci (dovuta al matematico pisano Leonardo Fibonacci) è che se prendiamo una serie di numeri, partendo da zero, così che il successivo è il risultato della somma dei precedenti:

0, 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144, …

Possiamo notare una particolare proprietà ovvero che dividendo due numeri successivi della sequenza appena descritta, otterremmo sempre il numero 1,61803398 … . e tanto più sono alti i numeri della sequenza tanto più il risultato del loro rapporto si avvicina a 1,618.

E qui sta la particolarità: il numero rientra in varie proprietà matematiche e in temi apparentemente molto lontani concettualmente tra loro; come la fotografia, l’architettura, la natura, eccetera. E così anche nel trading.

Particolarmente interessante è il fatto che in natura si può ritrovare questa proporzione in moltissimi elementi del mondo minerale, vegetale ed animale, dalla forma delle galassie a quella della conchiglia del nautilo, dalla disposizione dei semi di girasole, alle proporzioni del corpo umano, della doppia elica del DNA…

Nel trading vengono considerati anche altri numeri facenti sempre parte degli studi del matematico italiano e venendone applicati i corrispettivi valori percentuali, è stato costituito lo strumento Fibonacci composto dai seguenti numeri: 23.6, 38.2, 50, 61.8, 100 e relative stensioni.

È stato comprovato che questi livelli percentuali rappresentano dei riferimenti per l’andamento dei mercati finanziari e dunque, anche nel trading nel forex fanno da punto chiave per le analisi.

Come applicarlo

Nel trading i livelli di Fibonacci non vanno logicamente applicati come una regola ferrea poiché a differenza del mondo umano e naturale, quello finanziario e dei grafici in particolare, risente di umori e sentiment che non hanno certezze matematiche.

Valuta a che punto è la Tua conoscenza del FOREX
facendo il Test di valutazione gratuito.

Vanno perciò contestualizzati.

Sono molto utili comunque nel cercare di analizzare le fasi terminali di un trend principale o di un trend secondario, cercando di evidenziare le lunghezze degli swing piuttosto che dei ritracciamenti.

Le analisi grafiche possono essere ancora più accurate se, ad esempio, nell’impostare un significativo livello di prezzo valido come S/R, la sua ricerca fosse fatta adoperando sia i principi di validità di un buon punto di rimbalzo che i livelli di Fibonacci.

La congruenza delle due analisi migliorerebbe la possibilità di aver localizzato un buon punto di prezzo.

In modo analogo anche la combinazione di pattern candlestick con i numeri di Fibonacci aumentano la probabilità che ciò che essi configurano in una determinata situazione analizzata, si compia effettivamente.

Insomma i loro usi sono molteplici pur che combinati con altri principi di analisi tecnica e funzionalmente alle regole delle strategie che usiamo per tradare.

In conseguenza di quanto appena detto vi possono essere vari vantaggi nell’utilizzare lo strumento Fibonacci come ad esempio l’individuazione di un punto d’ingresso a mercato; identificare l’area dove piazzare gli stop; valutare la bontà del target utilizzando le estensioni per provare a proiettare la linea di arrivo del prossimo swing del trend in atto.

Dunque Fibonacci per la direzionalità seppur avendo la possibilità di variare i time frame sui quale operare, anche le situazioni non direzionali possono essere trattate con il medesimo strumento.

Concludendo possiamo essere sicuri del valore aggiunto dei livelli di Fibonacci e della scoperta matematica applicata al mondo finanziario; personalmente li uso abbastanza spesso per identificare anche la possibile fine di un ciclo ma poi, il loro uso dipende molto dal tipo di strategie adottate e dalla singolarità di ogni trader nello svolgere la propria operatività.

Buon Trading,

Alessandro Vitali

———————————————————————————————————–

Prova il nostro Corso Forex Start GRATUITO.
Ti senti pronto per iniziare? Diventa subito un TRADER VINCENTE.

———————————————————————————————————–

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.