Imposta Patrimoniale sulle attività finanziarie

di 27 febbraio 2012

Dal 2012 scatta l’imposta patrimoniale sulle attività finanziarie detenute all’estero che andrà versata entro il termine del versamento a saldo dell’Irpef dovuta per il 2011 (giugno 2012). Questa patrimoniale interessa esclusivamente le persone fisiche residenti in Italia a prescindere dalla cittadinanza. L’imposta è pari all’uno per mille delle attività detenute all’estero per il 2011 e per il 2012, l’1,5 per mille a decorrere dal 2013 e va calcolata sul valore delle attività finanziarie. Per attività finanziarie si intendono titoli, partecipazioni, conti correnti, ecc..; anche un conto di trading (azioni, opzioni, forex, ecc..) può essere considerato un attivo finanziario.

I requisiti per imporre a tassazione queste attività sono sostanzialmente 2:
1) Essere una persona fisica
2) Possedere all’estero attività finanziarie

Sul primo punto non credo ci siano dubbi; in merito al secondo, invece, è opportuno valutare caso per caso. Un utile supporto potrebbe fornirlo il quadro RW della dichiarazione dei redditi: se siamo tenuti alla compilazione del quadro RW evidentemente siamo detentori di un’attività finanziaria che si trova all’estero, a prescindere dalla circostanza che l’emittente sia residente o meno in Italia. Restano escluse dall’imposizione le attività custodite, affidate o amministrate da intermediari residenti in Italia, a prescindere dal luogo in cui le attività sono depositate.

Altro nodo da sciogliere è la base imponibile sulla quale applicare l’imposta dell’uno per mille; bisogna riferirsi al valore di mercato dell’attività finanziaria rilevato al termine di ciascun anno solare nel luogo in cui sono detenute le attività utilizzando la documentazione dell’intermediario estero e, in mancanza, secondo il valore nominale (ad esempio il saldo al 31.12.2011 del conto trading).

Autore: Fabio Pauselli.
Fabio Pauselli è l’autore dell’ebook “La Fiscalità nel Forex. Grazie alla sua esperienza come commecialista e fiscalista, specializzato nel ramo investimenti, è in grado di fornire consulenza fiscale generale o specifica per il Forex e gli investimenti.

Commenti