Il trend secondo Dow

di 05 aprile 2017

Non fare gli errori che ti bruciano i soldi sul Conto.
Visita le nostre risorse gratuite prima che sia TROPPO TARDI!!!

Da dove nasce l’attuale analisi tecnica?

Essa si è sviluppata nel tempo attraverso l’applicazione di varie menti illustri. Possiamo comunque considerare gli studi di Charles Dow sicuramente come fondamentali precursori.

Quella che oggi è conosciuta come la teoria di Dow, originariamente non era che una serie di assunzioni derivanti dalle analisi e dalle osservazioni del mercato da parte del giornalista americano.

La teoria poi sviluppatasi si basa su una serie di tecnicismi che ad oggi sono la madre di diversi principi.

Si pensi ad esempio alla definizione tipica di cosa sia un trend; al riguardo Dow scriveva: Le registrazioni del trading dimostrano in molti casi che quando un titolo raggiunge l’apice subirà un moderato ribasso per poi tornare ad avvicinarsi alle cifre più elevate. Se, dopo questo movimento, il prezzo subisce un ulteriore ribasso, è possibile ciò’ avvenga in misura più consistente

Da queste poche righe si capisce che il legame che c’è tra massimi e minimi relativi crescenti in un trend rialzista è conseguenza dei movimenti contro trend, ovvero dei ritracciamenti.

La teoria si fa promotrice anche di definire le fasi di un trend scomponendolo in tre tendenze caratterizzate dal comportamento di diversi attori sul mercato. La tendenza primaria è quella che definisce la direzione del trend, quella secondaria scaturisce da movimenti correttivi della primaria ed infine vi è la terza.

In questa ultima fase si pongono delle fluttuazioni giornaliere di tipo random che possono durare pochi giorni.

Senza approfondire qui il tema che necessita di una trattazione più completa, è subito evidente come trader retail i quali seguono movimenti che durano generalmente all’interno di un giorno a qualche settimana, possano sfruttare i principi del trend.

E nei movimenti direzionali che si formano possiamo applicare delle tecniche performanti coma la Long Term, di tipo trend follower,  che è in linea con i principi di Dow riguardo ai trend.

Valuta a che punto è la Tua conoscenza del FOREX
facendo il Test di valutazione gratuito.

Come dall’immagine sopra, la validità del trend è tale se viene confermata la sequenza di minimi e massimi crescenti relativi alla seconda onda.

Un ingresso precedente sul primo ciclo sarebbe anticipato poiché il trend non è confermato e non sappiamo se il movimento è dovuto a qualche “movimento di fondo” e non avremo lo stesso grado di sicurezza.

Questo evita le così dette false rotture che avvengono nelle zone di breakout e ci permettono di cogliere i movimenti che realmente saranno duraturi e poter cavalcare le tendenze generate da coloro che hanno creano la fase di mercato.

A questo poi ci sono altri punti importanti dell’analisi tecnica e che la stessa teoria di Dow descrive congiungendosi con l’argomento del trend ed assieme ad esso compongono gli strumenti per analizzare un grafico.  E dai pattern grafici che rispecchiano il volere del mercato, si estraggono le tecniche operative.

Importante è dunque ricercare una tendenza nel mercato e valutare in quale fase dei movimenti ci troviamo, all’inizio del trend piuttosto che in una fase correttiva; seguire sempre il trend di fondo (o principale) il che rende il trading di lungo periodo meno ansioso e più costante.

 

Buon Trading,

Alessandro Vitali

———————————————————————————————————–

Prova il nostro Corso Forex Start GRATUITO.
Ti senti pronto per iniziare? Diventa subito un TRADER VINCENTE.

———————————————————————————————————–

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.