Il trader, il formatore e …

di 01 febbraio 2017

Non fare gli errori che ti bruciano i soldi sul Conto.
Visita le nostre risorse gratuite prima che sia TROPPO TARDI!!!

Sono un trader che si occupa di formazione ormai da diversi anni e più volte, e da più parti, mi è stata lanciata la seguente provocazione:

Se sei bravo e guadagni con il trading, perchè perdi tempo a fare formazione?

Domanda/provocazione più che lecita!

Ricordo che anche io, ai tempi in cui ero ancora un neofita, ho lanciato la stessa provocazione a coloro che figuravano come formatori.

 

La risposta? … una domanda!

Se non esistessero i formatori, tu neofita, come faresti a percorrere la giusta strada per diventare un trader?

Vi posso garantire che senza una guida non si potrà mai apprendere un metodo valido per migliorare le proprie abilità!

Il coaching risulta necessario quando si percepisce una distanza tra uno stato attuale e uno stato desiderato e non si conoscono i passaggi necessari per arrivare all’obiettivo prefissato; inoltre è utile ogni qualvolta si percepisce una differenza tra le proprie potenzialità ed i risultati ottenuti, in questo caso il percorso di formazione ha come obiettivo il far coincidere la prestazione potenziale con quella reale.

In poche parole ognuno di noi ha in se un potenziale trader, però c’è bisogno di affidarsi ad esperti che aiutino a far emergere queste potenzialità e di applicarsi con tanta costanza, dedizione e (soprattutto) pratica.

Purtroppo il rischio di incappare in falsi guru o in meri venditori sotto mentite spoglie è alto. Io stesso sono caduto nella trappola di ciarlatani e, dall’esperienza negativa, prendendo le dovute precauzioni, ho saputo scegliere la giusta strada.

Abbiamo sentito spesso recitare la frase “non tutti i mali vengono per nuocere…” e rimango sempre più sorpreso dal come, detti del genere, risultino profetici la maggior parte delle volte.

Valuta a che punto è la Tua conoscenza del FOREX
facendo il Test di valutazione gratuito.

 

Come valutare una valida società di formazione.

In realtà è molto semplice! L’informazione e la conoscenza la fanno da padrone.

La prima cosa da fare è informarsi sulla società presso la quale si ha la volontà di formarsi. Tali risposte le si possono ottenere semplicemente dal web oppure contattando direttamente utenti che già si sono affidati a tale organizzazione.

Raccolte una sufficiente quantità di informazioni positive, bisogna iscriversi e conoscere direttamente i trader formatori. Solo nell’approccio diretto è possibile fare la giusta valutazione e decidere se proseguire o meno su quella linea. Un piccolo rischio bisogna pur sempre correrlo e poi, come sappiamo, il trading stesso nasce sul rischio.

 

Concludendo

Molti trader come me si occupano di formazione non solo per passione, ma anche perchè il “vivere di solo trading” è un obiettivo legato al proprio avere (capitale) e, di conseguenza, si baratta il proprio sapere per il fine prestabilito: accumulare la sufficiente quantità di capitale per dedicarsi alla tanto desiderata vita da trader.

Nel trading si ragiona in percentuali e non sempre chi realizza il 30% (rapportato ad un modesto conto di 5.000,00 €) ottiene profitti maggiori di chi realizza l’1% (rapportato ad un conto master di 1.000.000,00 €). Evidente la differenza di abilità, ma la “materia prima” ha il suo gran bel peso!

 

Buono studio e buon trading,
Giacomo “Jack” Cipriano

Prova il nostro Corso Forex Star GRATUITO.
Ti senti pronto per iniziare? Diventa subito un TRADER VINCENTE.

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.

Commenti