Il Mercato valutario, La forza relativa delle valute

di 15 settembre 2016

Non fare gli errori che ti bruciano i soldi sul Conto.
Visita le nostre risorse gratuite prima che sia TROPPO TARDI!!!

Il mercato valutario, chiamato normalmente Forex è sempre in continuo e costante movimento.

Operazioni si susseguono una dopo l’altra senza avere mai una pausa e tick dopo tick i grafici mostrano agli operatori cosa avviene nel mondo.

Trend, cicli, ritracciamenti, livelli di prezzo importanti, figure tecniche, …. Derivano tutti dall’aumento o dal calo di valore delle divise.

Ed ogni valuta è legata ad un’altra perché rispecchiano l’andamento delle economie globali, dei propri Paesi e non solo.

Sappiamo che è il Dollaro Americano che, per ora, funge da moneta base o di riferimento e che questa considerazione può essere di aiuto al trader in determinati casi.

Ogni coppia valutaria ha delle proprie specifiche dovute alla singola divisa che la forma ed anche dal rapporto di questa con il biglietto verde che non è mai standardizzato.

Indipendentemente dal tipo di tecnica usata per fare trading, variando il lasso temporale preso in considerazione, abbiamo comportamenti diversi delle valute tra i vari Time Frame.

Forza relativa

Nei vari momenti della giornata piuttosto che della settimana o nei vari periodi dell’anno, alcune valute hanno un andamento evidentemente piuttosto marcato.

Con il termine forza relativa, si esprime l’andamento di una valuta rispetto ad un’altra nel periodo di tempo preso in considerazione.

Esaminando come esempio l’Euro, paragonandolo ad alcune valute come l’Australiano, la Sterlina e lo Yen, vedremo che ha una tendenza ribassista; in alcuni casi di lungo periodo ed in generale considereremo come l’attuale, un periodo di debolezza per la moneta unica.

EUR/AUD
forza relativaEuro

EUR/GBP
forza relativa_sterlina

EUR/JPY
forza relativa_Yen

Questa analisi, protratta con la maggior parte delle coppie aventi l’ Euro, ci da un’immagine della tendenza o forza relativa di una valuta (nell’ esempio la moneta europea) nel periodo di tempo considerato.

Forza relativa e trading

Il concetto espresso nelle righe precedenti è utile nel caso dovessimo prendere una decisione su quale trade aprire.

Valuta a che punto è la Tua conoscenza del FOREX
facendo il Test di valutazione gratuito.

Infatti potrebbe capitare di avere più occasioni d’ingresso su grafici differenti e per rispettare il Money Management ne sfrutteremo solo una. Dopo le dovute considerazioni tecniche sul setup, la decisone potrebbe dipendere dalla forza relativa.

Vediamo con un esempio. Mettiamo di avere un potenziale ingresso long con la nostra tecnica Long Term sia con EUR/USD che in GBP/USD e che per motivi di gestione del rischio decidiamo di operare su di un solo grafico.

Alla vista di un EUR/GBP di questo tipo:

trading_forza relativa

la scelta piuttosto evidente è quella di considerare l’apertura di ordini buy si Euro / Dollaro.
Ecco che visualizzando il grafico sopra abbiamo idea dell’Euro forte nei confronti di una Sterlina che, seppur in tendenza long contro il Dollaro, è relativamente debole verso la moneta europea.

Piccolo quesito

Se dovessimo decidere se aprire uno short tra EUR/JPY o GBP/JPY, ponendo il caso di un setup ribassista e stando a quanto scritto in precedenza, cosa confronteresti per valutare la forza relativa?

Con uno Yen a ribasso dovremmo confrontare i cambi di Euro e Sterlina (EUR/USD e GBP/USD) per valutare la moneta più debole e scegliere quella come controparte della divisa giapponese.

La forza relativa è un concetto che andrebbe eseguito solo nel caso ultimo e quindi dopo aver valutato la bontà del pattern secondo le tecniche utilizzate.

Inoltre vi sono strumenti che ci permettono di conoscere la tendenza di una valuta e magari ne parleremo in un prossimo articolo. L’approccio di un confronto diretto fra i grafici è secondo me da preferire.

Questa procedura è di immediato e facile riscontro e da modo al trader di avere un rapido colpo d’occhio ed una visione d’insieme del mercato rispetto alle valute considerate.

Importante: considera lo stesso tipo di time frame quando fai un’analisi di questo tipo e non confrontare grafici con periodi temporali diversi.

Buon trading!!

Alessandro Vitali

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.

Commenti