Il calendario economico

di 28 marzo 2012

Forse non tutti conoscono cosa sia il calendario economico, e probabilmente non sanno nemmeno che importanza possa avere sul nostro modo di fare trading.

Sicuramente per i più navigati, questa affermazione può sembrare stupida, ma per un neofita, o per chi si approccia al trading in questo momento, e non sa veramente niente sul forex, questo articolo sarà sicuramente molto utile.

Mi ricordo i primi giorni che mi sono avvicinato a questa attività, ero veramente un pesce fuor d’acqua, sentivo un sacco di parole strane e non ne conoscevo ne il significato e nemmeno il valore.

Quando sentii per la prima volta la parola calendario economico, non capivo veramente a cosa si stavano riferendo, parlavano di notizie, di volatilità, di Nonfarm Payrolls, e non sapevo cosa fossero, quindi mi prendo la briga di semplificarvi la vita, dando una spiegazione almeno basilare del famigerato calendario economico.

Il calendario economico, è lo strumento che ci permette di visualizzare le notizie economiche dei vari paesi, come l’ aumento del tasso di interesse, discorsi del presidente della BCE o della FED, insomma una serie di notizie che hanno la forza di modificare il movimento del prezzo delle valute di un determinato paese.

Questa variazione, può influire positivamente o negativamente sull’ andamento di una data valuta.

Sia chiaro non tutte le notizie hanno la stessa valenza e non tutte hanno la potenzialità di modificare andamento del mercato.

Conosco già il vostro pensiero, be se una notizia è positiva e precedentemente ha fatto alzare i prezzi, la prossima volta farà la stessa cosa quindi posso giocare di anticipo.

ERRORE!

Purtroppo le notizie non sempre hanno la stessa reazione e la stessa notizia può essere interpretata dal mercato in modo positivo o negativo, quindi il gioco d’anticipo non funziona.

A questo punto vi starete chiedendo a cosa serva un calendario economico se poi il mercato reagisce in modo differente alla stessa notizia.

Semplice, quando analizzerete una coppia di valute, dare un occhio al calendario economico, e guardare se su quella data valuta il giorno seguente vi è una notizia ad alta volatilità, che possa dar fastidio alla nostra trade, è sicuramente utile per evitare che il prezzo possa venirci contro.

Non stiamo a guardare tutte le notizie sia inteso, altrimenti non operiamo più, ma solo quelle che vengono considerate di importanza elevata.

Un appunto che voglio fare, riguarda il time frame su cui si va ad operare.

Movimenti di prezzo improvvisi e ampi su di un time frame giornaliero possono essere assorbiti dalla candela senza creare troppi scompigli, mentre su time frame inferiori creano vere e proprie catastrofi, eliminandovi dal mercato in men che non si dica nella peggiore delle ipotesi, o portarvi guadagni inaspettati in poco tempo,cosa che accade molto più raramente rispetto alle perdite generate dalle notizie.

Tipicamente di fianco alle notizie, vi sono dei simboli che possono essere stelle, tori, asterischi o qualsiasi altro simbolo che identificano la volatilità della News più simboli ci sono più la notizia è di carattere importante, e quindi con molta volatilità.

Il tutto viene comunque spiegato in una legenda all’interno del sito a cui ci siamo collegati per visualizzare le notizie.

Concludendo, possiamo usufruire di questo strumento, per evitare di incappare in annunci economici rilasciati mentre siamo a mercato.

E’ uno strumento utile e non ci vuole un ingeniere aerospaziale, per essere in grado di consultarlo.

Il consiglio che posso darvi, è di consultare il calendario economico prima di immettere operazioni a mercato, e se per caso ci fosse qualche notizia importante che interessa la vostra valuta, valuterei più attentamente se è veramente il caso di entrare a mercato.

Non vi nego che in più occasioni sono stato sbattuto fuori da un operazione già in profitto, a causa di notizie che non avevo preso in considerazione.

Quindi se decidete di operare intraday o sul 4 ore il calendario economico diventa uno strumento utile per evitare di incappare in notizie che possano rovinare le nostre trades.

Per oggi e tutto, al prossimo articolo.

Commenti