I rischi che un trader deve saper evitare

di 02 novembre 2013

Non fare gli errori che ti bruciano i soldi sul Conto.
Visita le nostre risorse gratuite prima che sia TROPPO TARDI!!!

Il rischio del trading, uno pensa, è quello di perdere soldi. Vero. Verissimo. Prenderne coscienza è la prima condizione che i disclaimer di tutti i brokers chiedono di accettare e sottoscrivere, prima che ci venga affidato un conto. Aggiungerei che l’approccio di successo al trading è quello che ci fa aprire la piattaforma pensando: “quanto posso permettermi di perdere”, piuttosto che: “quanto posso guadagnare oggi”.

Si chiama money management, è un amico petulante e pignolo. Ma che se ascoltato, non ci tradirà mai.

Ci sono anche rischi legati alla psicologia del trading. Ciò si traduce nel tradare lasciandosi orientare (ma direi piuttosto disorientare) dalle emozioni, dalle interferenze dell’ambiente circostante, da tutto ciò che con quel grafico che avete davanti non c’entra nulla, invece di applicare sistematicamente una tecnica.

Quindi: è giusta e sana la consapevolezza di poter perdere, mentre è sbagliato aver paura di fare trading, soprattutto quando si ha in tasca una buona tecnica e la disciplina per saperla usare.

Se ci pensate è strano il percorso di molti aspiranti traders. Si comincia pescando disperatamente nel web qualsiasi nozione riguardi il Forex. Subito dopo, la prima piattaforma in demo, mitragliando long e short su qualsiasi strumento e dopo una candela qualsiasi. Basta che si muova. E quando finalmente si impara a maneggiare una tecnica precisa, subentra la paura di sbagliare. Sul grafico vediamo che ci sono le condizioni per aprire un trade, ma non ci sembrano mai abbastanza soddisfacenti.

Si, c’è quella bella pin, però guardala lì, è lunga 100 pips, se fosse 103 allora si.

Valuta a che punto è la Tua conoscenza del FOREX
facendo il Test di valutazione gratuito.

Inutile scrupolo, perché se non è la pin, ci sarà quella media mobile che non segue il prezzo come vorremmo. Insomma, alla fine si sta lì a contemplare il grafico, senza far nulla. Si chiama undertrading, ed è un cattivo consigliere. Come quelli che quando gli parli di un tuo progetto ti dicono, ma va, troppo difficile, non ce la farai mai.

Il rischio in direzione opposta è, obviously, l’overtrading. Ascoltate Jesse Livermore, uno dei più celebri traders della storia:

dopo aver trascorso molti anni a Wall Street, guadagnando milioni di dollari, vi voglio dire questo: non sono state le mie idee a farmi diventare ricco. È sempre stato il mio saper stare fermo. Capito? Star seduto fermo! Il trader sciocco è quello che pensa di dover comprare o vendere sempre, in qualsiasi condizione e in qualsiasi momento.

 

Quando un’attività diventa passione, è difficile convincersi a dover starsene fermi. Tanto più in un’attività speculativa come il Forex, in cui ogni movimento del prezzo ci fa pensare: ecco, avrei potuto esser lì a far soldi. Occorre invece aver pazienza e capire che non sempre il mercato si presta ad essere tradato. Anzi, per la maggior parte del tempo i grafici sono impermeabili alle nostre tecniche.

Nel migliore dei casi, quando ad esempio c’è poca volatilità, rischieremo di rimanere inchiodati davanti al grafico e alla fine chiudere il trade per disperazione. Rischio peggiore quando il prezzo si muove in maniera imprevedibile e violenta, tanto da bruciarci lo stop loss in un zip. Certo, potrebbe anche andar bene e darci un clamoroso profitto se si muovesse nella nostra direzione. Ma non è più trading, sarebbe una scommessa. Tanto vale allora puntare Rosso o Nero alla Roulette.

Ai corsisti del nostro programma Premium insegniamo varie tecniche, ma dall’inizio alla fine del percorso quello che imparano è soprattutto la disciplina nel trading. Che non vuol dire soltanto conoscere e saper prevedere il mercato, ma anche trovare in se stessi la sicurezza di agire quando i segnali sono a nostro favore, scacciando il timore di sbagliare.

Per operare serenamente e con fiducia, bisogna superare l’incertezza e l’indecisione, specialmente quella che ci viene trasmessa dagli altri che cercano di convincerci di qualcosa di cui noi stessi non siamo convinti (Jesse Livermore)

Tenete d’occhio il blog, ci vediamo qui la prossima settimana.

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.