“Festa della donna: un 8 marzo pieno di rose o di candele?”

di 08 marzo 2018

Non fare gli errori che ti bruciano i soldi sul Conto.
Visita le nostre risorse gratuite prima che sia TROPPO TARDI!!!

“Festa della donna:
un 8 marzo pieno di rose o di candele?”

Cosa hai regalato alla tua donna per la sua festa?

A me piace commemorare quanto successo in quell’8 Marzo del 1908,
è corretto ricordare il senso di queste “feste”, così che NON riaccadano!

Voi? Cosa avete fatto? Cosa gli hai regalato?
Rose, forse una cena? O un corso di trading?

Si trading! Perché no? Un bel mazzo di candele giapponesi.

Le candlestick o candele giapponesi sono queste qua sotto per intenderci.
Quelle che formano il tipico grafico di un trader.

Chissà come reagirebbe quella Donna o quella Signora
alla quale hai pensato il giorno dell’8 Marzo,
se per regalo gli facessi un corso di trading….

Ci hai mai pensato? No?
Pensi che una donna non sia il “tipo” di persona che
si inserisca in attività di questo tipo?

Forse proprio tu che stai leggendo ora, sei una donna,
allora ti chiedo: cosa ti ha portato ad avvicinarti a questa attività?

Pensi di essere meno preparata rispetto al tuo alter ego maschile,
di avere un’indole diversa da quella di un uomo per il trading?

Vedi, l’altro giorno mentre navigavo in internet,
stavo riflettendo su quanto poco si vedessero dei volti femminili abbinati al
concetto di libertà finanziaria e soprattutto di trading.

E mi sono chiesto:
ma possibile che vi sia tutta questa differenza tra
uomo e donna come interesse?

È possibile che le difficoltà tipiche di chi si avvicina al
settore coinvolgano solo gli uomini e che invece le donne non
vi si sentano rappresentate?

Magari hanno esigenze diverse.

Per capire meglio, ho chiesto alle Signore che hanno
frequentato il corso di Professione Forex,
cosa del percorsogli è piaciuto di più.

Vuoi scoprire anche TU quali sono i Fondamenti del Trading nel Forex?
Ecco per Te il Nuovo Video Corso Forex BASIC.

Cosa ricercava ed ha trovato nel percorso formativo che
ha fatto la differenza in positivo.

La parola più ripetuta e più in linea con i loro pensieri era …

PRATICA

Ti riporto un paio delle loro testimonianze:
“Ero neofita ma qui ho trovato un gruppo di lavoro molto chiaro nelle spiegazioni, e un corso estremamente pratico. Un corso da consigliare e un’opportunità per i giovani in cerca di novità.” – Gloria Gnoli

“E’ spiegato tutto molto chiaro e ho capito tutto. Mi è piaciuta molto la tanta pratica.”
– Gina Maris Fernando

Tra immagini, idee, e stereotipi femminili voglio chiarie un concetto in
un mondo, quello del trading, che in apparenza è prevalentemente maschile.

Forse la donna è meno espansiva in questo settore ma è molto più concentrata
sull’azione rispetto all’uomo, più concreta e pratica, per una diversità di
approccio forse alla materia o per un vissuto storico diverso dalla controparte maschile.

Resta il fatto che lei è molto meno appariscente di Lui in internet quando si
ricerca la parola trading eppure, so per certo che le riviste di settore hanno un
pubblico femminile molto ampio e sono numericamente
molto più le donne che gli uomini.

Ma allora mi chiedo:
dove sono tutte le donne, questi trader femminili?

Nel percorso Trader Vincente ce ne sono,
anche noi abbiamo la “nostra quota rosa”.

Secondo te, quali sono le caratteristiche tipiche del genere
femminile e del genere maschile che li differenziano e che
possono essere più rilevanti/utili nel trading?

Cosa ne pensi di questa disamina che è solo una mena riflessione personale?
Facci sapere.

Rose o candele?

Alessandro Vitali

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.