Facciamo Trading con i Triangoli

di 21 marzo 2013

Non fare gli errori che ti bruciano i soldi sul Conto.
Visita le nostre risorse gratuite prima che sia TROPPO TARDI!!!

Dopo il Testa e Spalle e i doppi massimi / minimi visti negli articoli scorsi, oggi analizziamo un pattern altrettanto popolare fra gli analisti tecnici, ma meno affidabile di altre figure. I triangoli infatti sono configurazioni che possono essere sia di continuazione, sia di inversione del trend, e prima di poter entrare a mercato occorrerà aspettare non solo il completamento del pattern, ma anche la sua rottura in una delle due direzioni.

La figura appare sul grafico quando il prezzo inizia una serie di oscillazioni sempre più strette, fino a rimanere compresso tra due livelli di resistenza e supporto. Andremo quindi a tracciare sul grafico due rette, per congiungere i livelli SR e determinare la tipologia del triangolo.

Se il prezzo inizia a comprimersi in una serie di minimi crescenti e massimi decrescenti, ritroveremo sul grafico un triangolo isoscele, meglio noto come triangolo simmetrico:

 

 

Il triangolo simmetrico è quello che dà minori certezze di direzione, anzi, non ce ne dà nemmeno un po’:  per entrare long o short dovremo rimanere ad osservare quale lato del triangolo il prezzo andrà a rompere, e cavalcare il breakout.

Se invece il prezzo rimane ingabbiato tra un livello orizzontale (supporto o resistenza) e una trendline, si formerà sul grafico un triangolo rettangolo. A differenza del simmetrico, questa figura è più generosa nel segnale, e a seconda della configurazione possiamo già prepararci a tradare nella giusta direzione.

Quando il prezzo rimane compresso tra una resistenza e una trendline rialzista, ritroveremo un triangolo rettangolo in prospettiva long:

 

 

Valuta a che punto è la Tua conoscenza del FOREX
facendo il Test di valutazione gratuito.

Al contrario, se sono un supporto e una trendline short ad instradare il prezzo, il triangolo rettangolo avrà prospettiva short:

 

 

Insomma, in entrambi i casi, seguite i consigli della trendline.

Per riassumere gli eventi, man mano che il triangolo si forma nel grafico: il prezzo diminuisce l’ampiezza delle proprie oscillazioni, il collo di bottiglia si restringe, la pressione nella bottiglia aumenta, fino a che salta il tappo. Dobbiamo essere bravi a bere lo champagne prima che finisca, e soprattutto ad evitare di essere colpiti dal tappo…

E’ un breakout, quindi sapete già come fare per evitare sorprese: aspettate il retest del livello di rottura, e un segnale di ripartenza (il migliore, secondo me, è sempre la pinbar). Per quanto riguarda il primo target, si prende come riferimento l’ampiezza dell’origine del triangolo. Per lo stop loss potremmo invece proteggerci con gli eventuali livelli statici e dinamici:

 


Date un’occhiata al nostro programma Premium per avere tutti gli approfondimenti su questa ed altre tecniche. E tenete d’occhio il blog, ci vediamo qui la prossima settimana.

 

 

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.

Commenti