Esplosione di volatilità

di 11 gennaio 2012

Salve signori del FOREX, in questo appuntamento settimanale vi propongo la visione di due trade che sembravano non voler prendere una direzione precisa.
Questi esempi sono su trade reali quindi non ad hoc per l’ articolo, ma bensì successe realmente.

La volatilità improvvisa

Verso fine anno 2011 avevo impostato due operazioni a favore del dollaro su due cambi differenti il primo era EUR/USD ed il secondo GBP/USD, entrambe su time frame daily.

Come noto sappiamo bene che quel periodo dell’ anno non è tra i migliori per piazzare ordini a mercato in quanto, sia i large traders che gli small speculators sono in ferie, quindi la volatilità del mercato è molto bassa.

Infatti posizionata la mia operazione, le previsioni non si sono smentite e per ben quattro giornate il mercato non ha fatto che chiudere ed aprire a prezzo praticamente invariato sull’ EUR/USD mentre sul CABLE aveva deciso di farmi prendere uno spavento portando la mia operazione da profittevole direttamente in perdita.

Preso da un momento di sconforto, ero quasi intenzionato a chiudere battenti ed andare in ferie pure io.
Ma sapete bene che le regole vanno rispettate, quindi deciso come non mai nel non cambiare il mio piano operativo, scelgo di lasciare tutto invariato anche convinto di una futura esplosione del prezzo a ribasso.
Stessa analisi fatta sul cambio correlato GBP/USD quindi la decisione primaria è stata quella di rischiare solo 1 % della mia equity su entrambe le operazioni.

Bene, dopo quattro giorni di totale assenza di volatilità, ecco un fulmine a ciel sereno.
Stavo trafficando con il computer quando decido di dare un occhio alle mie dormienti operazioni, non potevo credere ai miei occhi, il Dollaro stava guadagnando terreno sia sull’ euro che sulla sterlina.

Non capita tutti i giorni di trovarsi a favore di certi scossoni del mercato per altro improvvisi e senza logica definita.

Guardate il grafico e fatevi pure la vostra idea:

EUR/USD DAILY CHART

GBP/USD DAILY CHART

Capirete l’emozione e la felicità, nel trovarsi al posto giusto nel momento giusto, spesso capita il contrario.

Il tutto è per spiegarvi una semplice cosa, noi traders abbiamo delle regole ben definite e precise a cui ci dobbiamo attenere.
Capita sicuramente che pur avendo rispettato il tutto poi le cose non vadano nel verso giusto, ma questo non deve minare la nostra costanza nell’ essere disciplinati.

Se avessi chiuso le mie operazioni adesso sarei a scrivere l’ ennesima passatemi il termine CAPPELLA FOREXIANA commessa solo perché avevo deciso di transigere ad una semplice regola che è il fondamento della nostra operatività, che ci viene insegnata già da quando siamo in fasce.

Quindi ragazzi una volta deciso il nostro piano di attacco niente e nessuno dovrà poi cambiarlo, a meno che ci siano i presupposti per farlo, quindi chiari e lampanti segnali di inversione del trend in atto.

Il tutto per spiegavi l’ importanza della disciplina in questa attività, la tecnica fa il 10% a il restante 90% è dettato dalla disciplina, solo disciplina.

Per questa sera è tutto al prossimo articolo.

Commenti