Emozioni su emozioni

di 11 gennaio 2013

E’ stata una settimana di trading molto emozionante.

Dopo esserci schierati a favore dell’Euro sull’EURUSD e aver sofferto quella che sembrava una trappola per tori, la situazione si è ripresa e le cose si sono sistemate. Ma questa è Long Term e per gli aggiornamenti e per le prospettive per la nuova settimana ce ne parlerà il buon Lenny questo lunedì.

Per l’intraday invece, anche oggi abbiamo vissuto forti emozioni come solo il Forex sa dare in certe giornate.

Dopo la grintosa giornata di ieri con EURUSD che percorre 220 pips dopo il discorso di Draghi non mi aspettavo una mattinata di duro lavoro per i market maker quindi mi alzo dal letto con calma. Non ho nessuna fretta di accendere il computer e di avviare la metatrader, non mi aspetto movimenti. D’altronde quando l’elastico si tira troppo si rompe…

Arrivo tranquillo in ufficio e sono gia le dieci passate, il grafico orario di Euro Dollaro si mostra spento, fermo. Una serie di candele a bassissima volatilità con una compressione che dura circa 15 candele. Prezzo bloccato tra 1.3250 e 1.3274. Lo sapevo, non mi dispiace..

Il grafico mi da la possibilità di dedicarmi ad altro, non trado e non seguo gli sviluppi della mattina ma un piccolo tarlo mi accompagna per il resto della mattinata.

Ad agosto, nel 2012, un discorso della BCE aveva piu o meno provocato gli stessi movimenti, con l’Euro molto in forma a percorrere 150 pips in poco meno di un’ora. Il giorno dopo ne prese piu di 220 recuperando tutta la volatilità del giorno precedente spingendo poi nei giorni a seguire il nostro Dollaro ancora piu in basso.

Mi chiedo cosa succederà oggi nel pomeriggio. Terrà questa volta? Cosa faranno da New York alle due? Ci sarà fiducia questa volta? Dal mio canto, penso che la fiducia questa volta me la da il trend, che si mostra rialzista ormai da molto tempo e questa è una grande informazione.

Sono quasi le due, riapro il mio grafico, non è cambiato nulla, le candele successive restano nei due livelli accennati prima, volatilità zero. Ormai sono 18 candele, qualcosa deve succedere e con uno sguardo piu attento trovo l’informazione giusta.

Il livello 1.3274 è importantissimo. Ha una caratteristica fondamentale. E’ vittima di diverse sforature che poi entro la chiusura di molte candele orarie rientrano al di sotto. Lo so.. non è un indicazione facile da vedere, non è la piu semplice da utilizzare ma è determinante:


 
La mia analisi per l’intraday si basa sempre sul grafico orario ma, ma il timing solitamente me lo cerco sul grafico a 5 minuti perché è piu dettagliato. La tecnica è semplice ed è quella del breakout. L’idea me la suggerisce anche il Pivot Point. Non tutti lo sanno ma per piu del 90% dei giorni EURUSD tocca almeno un Pivot Point.

Invece quel R1, li in alto, solitario mi piace moltissimo, e quel canale, cosi orizzontale e cosi piccolo mi ispira grande fiducia:


 

Sono pronto

La mia mano si sposta in automatico sul mouse, come se non ci dovessi nemmeno pensare, il prezzo recupera sul supporto ed ecco il primo scatto a rialzo. È forte, perché è la prima candela di oggi a percorrere 20 pips in 5 minuti. Penso che ci siamo, il prezzo respira proprio li, si, 1.3274. Riparte e si porta con un balzo sopra il livello. Siamo nella zona grigia.

Click!

Sono dentro e non me l’aspetto. Sono 70 pips in meno di 20 minuti. Timing perfetto. E dov’è che ferma lo scatto il prezzo? Sul Pivot Point R1, come se fosse una calamita. Dritto al punto senza sosta:


 

Click!

Sono fuori con l’80% di tutta la posizione, risk reward 1 a 3. Il 20%? Me lo tengo li perché non si sa mai..

Sono disarmato. La potenza di euro dollaro in questi giorni mi lascia senza parole, resto affascinato da queste giornate e penso a quanto questo sia un lavoro di quelli che sanno darti soddisfazioni, fiducia nei propri mezzi e grandi opportunità.

Per chi ci è passato e non ci è risuscito è perché non ha studiato.. è perché ha sentito le notizie al TG.. o semplicemente per chi non ci ha nemmeno provato.

Un buon week end a tutti i miei corsisti che hanno scelto di metteresi in gioco, percorrendo la strada del corso Premium.

Lucas