Come funziona il Social Trading

di 15 febbraio 2014

Non fare gli errori che ti bruciano i soldi sul Conto.
Visita le nostre risorse gratuite prima che sia TROPPO TARDI!!!

Valuta a che punto è la Tua conoscenza del FOREX
facendo il Test di valutazione gratuito.

Da una ventina d’anni ad oggi, da quando cioè ha lasciato il chiuso delle borse per raggiungere il grande pubblico, il trading ha macinato tanta strada (e miliardi di pips). In principio fu il telefono, unico mezzo per ricevere e trasmettere i dati. Poi le comunicazioni hanno accelerato il passo fino alla velocità del web e alle piattaforme online, che hanno concesso anche ai piccoli investitori il privilegio di poter far trading in maniera autonoma.
Abbiamo quindi tutti imparato a maneggiare l’analisi tecnica, i più tenaci l’analisi fondamentale, i più temerari l’analisi quantitativa.
E nell’era di Facebook, la voglia e la necessità di condividere informazioni hanno dato vita ad un modo di far trading completamente nuovo, indubbiamente attuale: il social trading.
Nella logica dello sharing estremo, i traders sono passati dal segreto delle loro operazioni alla trasparenza della condivisione, nel bene e nel male.
Il social trader mette dunque a nudo la propria attività, ne discute i dettagli tecnici con altri traders, e con gli altri condivide operazioni in corso, possibili targets, scenari futuri.
Ne trae beneficio il trader principiante, che può semplicemente seguire e replicare le operazioni dei più esperti e migliorare la tecnica di base.
Il primo broker a divulgare un sistema di social trading è stato l’inglese  eToro, con il lancio di OpenBook nel 2010.
Mediante questa piattaforma i traders possono condividere l’attività in tempo reale: posizioni aperte e chiuse, percentuali di profitto e perdita (il tutto ovviamente senza svelare l’equity né le somme investite).
Altri traders possono seguire tutte le operazioni ed eventualmente ripeterle sul proprio conto di trading.
Il sistema è semplice: per seguire l’attività di un determinato trader, l’utente utilizza la funzione “Segui“.
Verrà così informato di tutte le operazioni, e potrà anche contattarlo personalmente nel suo spazio personale.
Più intrigante è la funzione “Copia“, che consente di automatizzare il proprio trading, replicando in automatico le operazioni sul proprio conto di trading.
Per aiutare gli utenti nella scelta del trader da seguire, si può consultare la classifica di OpenBook, o addirittura una funzione “Guru Finder”, per cercare i traders che corrispondono alle proprie preferenze.
Ora, non è facile stabilire se il social trading funzioni meglio del trading tradizionale.
Secondo una statistica della stessa eToro, le performance dei social traders sarebbero migliorate del 3% su base mensile.
Parere personale: non credo sia facile far cambiare abitudine ai traders di lunga esperienza.
Certamente si tratta di una buona occasione per i principianti, e dunque prodotto appetibile per gli altri brokers, alcuni dei quali si stanno già lanciando in iniziative simili.
Avremo occasione di riparlarne ancora.
Tenete d’occhio il blog, e non mancate alle lezioni del Premium.

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.

Commenti