Analisi tecnica settimanale EUR USD 19 marzo 2012

di 19 marzo 2012

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.

Grafico settimanale: l’andamento sul lunghissimo periodo si può ritenere tecnicamente  “laterale”, ma la dimensione delle onde è dell’ordine dei 3000 pip. Quello che colpisce è la regolarità dei movimenti e dei massimi e minimi, con distanze di 72/75  e 85 settimane. In questa fase sembrerebbe aver appena superato l’ultimo minimo il 14 gennaio. L’ADX è piatto sotto 30 e lo stocastico scende.

Grafico giornaliero: il grafico giornaliero ci consegna la fase calante da maggio dell’anno scorso, passando da quasi 1.5000  a 1.2600, risentendo di tutta la crisi economica dell’ultimo periodo. Non è stato proprio un crollo con una media di circa 250 pip al mese e con forti fasi di ritracciamento. L’ADX punta decisamente in basso, non supportando la fase calante e lo stocastico punta in alto. Da aggiungere il rimbalzo del 15/03 proprio su 1.3000, dopo quello precedente e più importante a 1.2600.

Conclusioni: la regolarità sul settimanale potrebbe indicare una fase di risalita. Sul giornaliero i segni potrebbero anche confermare questa possibilità, sia per gli indicatori che per il rimbalzo su 1.3000. Bisogna dire che la crisi europea è tutt’altro che superata, anche se sicuramente la fase acuta sembra alle spalle.

Fai il Video Corso GRATUITO con il quale avrai gli
strumenti unici e fondamentali con i quali iniziare la
Tua carriera di Trader Vincente!

Scenario rialzista: come appena accennato, si potrebbe anche verificare una risalita dell’euro, ma aspetterei la rottura di almeno 1.3500 come conferma e in questo caso punterei a 1.4250 dove il prezzo ha dimostrato notevole sensibilità. Come target intermedio possiamo trovare un altro punto a 1.3850.

Scenario ribassista: la situazione al momento è ancora ribassista. Se tracciamo fibonacci tra il minimo del 13/03/2012 e il massimo precedente del 27/10/2011, notiamo come abbia ritracciato di poco più del 50% proprio sul valore 1.3500 e la cui estensione possibile è al 138,2% che, guarda caso, è proprio sul valore 1,2000. Come target intermedi  abbiamo discreti punti sensibili a 1.2600, che è il minimo precedente, poi a 1.2470 e 1.2330.

Non aspettare, i posti sono limitati...
Iscriviti Subito nell'unico percorso che ti segue
finché non sei profittevole.
Trader Vincente

Commenti