Analisi tecnica settimanale EUR JPY 09 gennaio 2012

di 07 gennaio 2012

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.

A metà novembre avevamo analizzato EUR JPY, dopo quello che era stato probabilmente un intervento della banca centrale giapponese nel mese di ottobre.Intervento fatto per evitare un eccessivo apprezzamento della propria moneta. Certamente si sperava anche in un miglioramento della situazione europea, che avrebbe permesso un riequilibrio generale tra le principali monete. In verità la situazione politico-finanziaria ha subito grossi mutamenti, ma anche con prevedibili e forse inevitabili, conseguenze restrittivo-inflazionistiche. I mercati, inoltre, non sembrano ancora rassicurati per la mancata iniezione di liquidità nel fondo salva stati europeo. Tutto questo ha portato al deprezzamento della moneta unica rispetto allo JPY, come del resto avevamo indicato come più probabile  a novembre.

Grafico giornaliero: nel grafico è evidente il continuo apprezzamento della moneta giapponese a scapito dell’euro. Da aprile ad adesso c’è stata una variazione di 2500 pip (315 al mese). Salvo che nel mese di ottobre, dove c’è stato il probabile intervento della banca centrale giapponese, è stata una continua discesa. L’ADX è fortemente crescente e ben sopra 30, supportando con decisione la fase calante, lo stocastico scende ancora pur essendo ben sotto 20.

Conclusioni: il prezzo ha superato con relativa facilità il valore psicologico 100.00, dimostrando di poter scendere ancora. La situazione europea avrà bisogno di alcuni mesi per vedere la luce (sperando che ci riesca). Tutto sembra ancora propendere per un apprezzamento dello JPY. Il minimo di sempre non è lontanissimo.

Fai il Video Corso GRATUITO con il quale avrai gli
strumenti unici e fondamentali con i quali iniziare la
Tua carriera di Trader Vincente!

Senario ribassista: tutto propende per una ulteriore discesa dei prezzi, ma non è facilissimo individuare dei target. Il più ovvio è sicuramente il minimo di sempre a 88,870, che sta 870 pip sotto. Tracciando fibonacci sul W1 tra il massimo dell’inizio di aprile e il minimo dell’inizio di ottobre, il ritracciamento è stato quasi del 50% con target possibile al 138% proprio sul valore 92,00, comunque non lontano dal minimo.

Scenario rialzista: vista la situazione, non ci sono prospettiva long per ora, salvo più decisi segnali d’inversione e un superamento almeno del livello 101,00.


Non aspettare, i posti sono limitati...
Iscriviti Subito nell'unico percorso che ti segue
finché non sei profittevole.
Trader Vincente