Analisi settimanale USD JPY 1 agosto 2011

di 01 Agosto 2011

La situazione politica sul debito statunitense ha preso una strada “positiva”, almeno dal punto di vista finanziario. Le parti politiche hanno raggiunto un accordo e (salvo clamorosi voti contrari) non ci sarà il rischi di svalutazione della classificazione del debito USA. Tutto questo ha una importanza relativa nell’attività di trading, alcuni sostengono nessuna, io personalmente un’occhiata la do, più che altro per “ascoltare” il mercato nei momenti più importanti.

La situazione della coppia USD/JPY sembra dare ragione “all’importanza relativa”, tant’è vero che il USD dopo una iniziale risalita ha ricominciato a calare rispetto al JPY.

Grafico giornaliero:

Nel grafico giornaliero si nota la fase calante dopo la risalita post terremoto, cominciata dall’inizio di aprile e dal 7 luglio in maniera ancora più decisa. L’ADX conferma in maniera evidente la forza del trend, con valori oltre 60, lo stocastico si trova in zona ipervenduto. Due onde “uguali” si notano da aprile e ora il prezzo sembra formare la terza.

Conclusioni: Nel grafico più in dettaglio si nota come il prezzo abbia rotto una importante resistenza a 79,56 (toccata anche aprile 1995) e ora si diriga verso il minimo di sempre 76,30

Scenario ribassista: Non è facile individuare un target vista la situazione particolare, cioè la vicinanza al minimo di sempre. Aspetterei il ritracciamento, che potrebbe tentare il retest come sostegno a 79,56 per entrare short.

Scenario rialzista: il prezzo, come abbiamo detto, potrebbe tentare un retest al valore 79,56 permettendo scenari long con tecniche di breve periodo. Superato tale valore un target possibile potrebbero essere i due massimi precedenti 81,43 e 82,20