Analisi settimanale EUR USD 29 agosto 2011

di 29 agosto 2011

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.

Il periodo “confuso” dell’economia occidentale non  sembra prendere una piega chiara. I problemi su i debiti sovrani delle più grosse economie europee e di quello americano ancora viaggiano nella confusione più totale. Questo, dal nostro punto di vista, un po’ ci perplime, perché la nostra attività (almeno per le nostre tecniche principali) preferisce movimenti meno emotivi. Il CHF continua il suo probabile deprezzamento “artificiale”, cioè legato all’intervento della banca centrale Svizzera, nel tentativo di salvaguardare le sue esportazioni. Il fatto più curioso è il non crollo dell’EUR, nonostante tutti i casini in cui apparentemente naviga. Il dollaro ha un andamento non brillante rispetto un po’ a tutte le altre monete, ma un dubbio che hanno in molti, è che sia mantenuto “debole” per sostenere, se possibile, le esportazioni e scongiurare il così detto “duble dip”, cioè la recessione subito dopo la recessione. Quale interpretazione possiamo dare alla situazione generale, quanto peso hanno le parole dei Capi di Stato e dei responsabili delle Banche Centrali? Le banche, che si portano addosso gran parte della responsabilità della situazione attuale, e che sono state salvate dagli stati stessi, continuano a navigare in cattive acque., ma ….. Warren Buffett, forse il “più grande investitore” vivente e il cui motto è « Il value investor cerca azioni il cui prezzo è ingiustificatamente basso rispetto al valore intrinseco di tali azioni », si compra 5 miliardi di dollari di azioni di Bank of America…….

EUR/USD riflette nel breve, l’andamento “confuso” del momento, con un andamento laterale e con movimenti giornalieri contrari anche di centinaia di pip al giorno.

Grafico settimanale: il grafico con candele settimanali invece ci evidenzia la salita dell’euro nell’ultimo anno, in maniera sostanzialmente costante e confermata anche da una probabile trendline e da un andamento fatto di due possibili onde. L’ADX è molto basso ma sembra risalire, lo stocastico è molto alto.

Grafico giornaliero: nella parte finale del grafico settimanale è evidente la congestione laterale dell’ultimo periodo, che poi vediamo più nettamente nel grafico giornaliero. Sembra evidenziarsi anche una trendline di breve e delle onde regolari. L’ADX è sotto 30, ma sembra riprendere forza puntando in alto a sostenere la salita, lo stocastico sale ma non ha ancora raggiunto il livello di ipercomprato.

Fai il Video Corso GRATUITO con il quale avrai gli
strumenti unici e fondamentali con i quali iniziare la
Tua carriera di Trader Vincente!

Conclusioni: L’EUR/USD sembra voler uscire dalla situazione di stallo in cui si trova dall’inizio di giugno, ancora non è partito, ma da segni di risalita.

Scenario rialzista: il prezzo attuale ha già rotto al rialzo il massimo dell’onda precedente del 27/07, dando segni di voler salire. Un target possibile potrebbe essere l’estensione di Fibonacci (tracciato tra il minimo del 12/07 e il massimo del 27/07) del 127% a 1,4725 o meglio del 138% a 1,4800. Lo spazio non è molto ed è adatto a tecniche di breve-medio periodo.

Scenario ribassista: se al contrario, il prezzo ricomincia a scendere, ritorneremo ancora in fase laterale e per tecniche Trend following sul medio lungo termine bisognerà aspettare la rottura della trendline a breve e che il prezzo scenda sotto il minimo del 05/08 a 1.4050

 

Non aspettare, i posti sono limitati...
Iscriviti Subito nell'unico percorso che ti segue
finché non sei profittevole.
Trader Vincente