Analisi settimanale AUD NZD 22 agosto 2011

di 22 agosto 2011

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.

L’oro punta decisamente verso 1900, il CHF ha ritracciato grazie all’intervento della banca centrale elvetica, ma non sembra resistere all’assalto e sembra voler ripartire. I venti della “crisi” continuano, e le “brillanti” menti politiche mondiali cercano di spostare l’attenzione sul problema finanziario, piuttosto che risaltare quello economico-politico, cioè sul tenore di vita del mondo occidentale. Non che la finanza mondiale non sia diventato un problema, con i suoi prodotti tossici (e qui non si parla di forex), ma certamente non sarebbe stato un problema così sostanziale se le economie (e quindi le politiche) fossero state più solide. Tutto questo comporta ancora grosse incertezze e quindi la corsa ai beni rifugio come anche i titoli tedeschi e statunitensi, che sono arrivati ad essere una perdita, per chi li compra, tanto rendono poco!

Tutto questo, avrà un suo decorso fisiologico-economico per tornare a situazioni più tranquille. Nel frattempo ci interessiamo di due monete, che forse hanno risentito un po’ meno, del problema mondiale, AUD e NZD.

grafico giornaliero: dal grafico si nota una fase di rafforzamento del dollaro neozelandese dall’inizio di marzo. In cinque mesi, il grafico, è calato di quasi 1500 pip, Dal 10 di agosto l’AUS sembra recuperare.

L’ADX è crescente e vicino al valore 30, e sembra sostenere il movimento rialzista, mentre lo stocastico è molto alto nella zona di ipercomprato, ma non ha ancora invertito, lo stocastico settimanale invece ancora punta verso l’alto.

Conclusioni: nonostante la risalita del AUD, potremmo essere in presenza di un ritracciamento “fisiologico”. Il prezzo è stato già in price actio nell’onda precedente sul valore 1,3180 e attualmente sembra puntare al valore 1,2800, che è stato il minimo dell’onda precedente e un punto toccato molte volte anche in passato.

Fai il Video Corso GRATUITO con il quale avrai gli
strumenti unici e fondamentali con i quali iniziare la
Tua carriera di Trader Vincente!

Scenario ribassista: ancora non siamo in presenza di una inversione, è possibile che rimbalzi sul valore di 1,2800 e torni a scendere. Nel qual caso, un buon target potrebbero essere i due minimi precedenti a circa 1,2100 e 1,2000, che sono molto vicini alle estensioni di Fibonacci del 1.27% e meglio ancora del 1.38%

Scenario rialzista: se al contrario il prezzo riuscisse a superare la resistenza a 1.2800, potremo guardare ad una possibile inversione, soprattutto se supportato dall’ADX crescente. Il target, non potrebbe che essere 1.3200, con tecniche di medio breve periodo. Meglio ancora dopo il superamento anche di questa resistenza, per tecniche di più lungo respiro.

 

Non aspettare, i posti sono limitati...
Iscriviti Subito nell'unico percorso che ti segue
finché non sei profittevole.
Trader Vincente