Analisi Forex del 22 Ottobre 2017

di 22 ottobre 2017

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.

Il biglietto verde tenta una rimonta sui mercati valutari a seguito dell’approvazione da parte del Senato americano del nuovo budget USA, mossa che apre di fatto ai repubblicani la possibilità di sbloccare le procedure speciali per consentire alla riforma delle tasse, attualmente in discussione, di essere approvata senza l’appoggio dei democratici.

La notizia ha portato lo Yen a superare la soglia psicologica dei 113, anche se di poco, tuttavia questo rialzo potrebbe non essere sostenuto nel tempo, potrebbe essere soltanto una reazione emotiva di breve periodo e venire subito spenta delle odierne elezioni in Giappone.

Infine sul fronte dell’euro rimane ancora l’attesa sulle decisione della BCE in merito alla questione del QE, se deciderà di ridurre in maniera significativa il QE, estendendone la durata di parecchi mesi, la moneta unica potrebbe perdere terreno sia nei confronti del dollaro che sui mercati emergenti.

Vediamo adesso quale può essere qualche situazione di particolare interesse per la nuova settimana:

EUR/USD

Tecnicamente il cambio continua a muoversi all’interno del canale ribassista già segnalato domenica scorsa, una eventuale futura debolezza dell’euro porterebbe le quotazioni a violare tale figura tecnica ed avremo un primo potenziale per un pattern Long Term short sulla rottura e retest del livello in area 1.1664 circa, rimaniamo dunque in attesa dell’annuncio della BCE in materia di QE e della conseguente reazione dei mercati per meglio valutare il da farsi.

EUR/JPY

L’attesa di sviluppi sul fronte delle politiche economiche dell’eurozona si manifesta meglio sul cambio in oggetto, i prezzi si mantengono all’interno di un definito trading range tra area 131.70 e 134.40 circa, prima di un definitivo cambio di direzione si potrebbe andare ancora a ritestare la quota superiore di tale range, a formare cosi un doppio massimo, per poi scendere e violare i minimi precedenti dando il via alla vera e propria inversione del trend.

Fai il Video Corso GRATUITO con il quale avrai gli
strumenti unici e fondamentali con i quali iniziare la
Tua carriera di Trader Vincente!

EUR/GBP

Nei confronti della della valuta britannica l’euro ha già violato il precedente trend rialzista con un lungo e forte movimento di discesa e si trova adesso in una zona di conferma per un ulteriore ribasso, la rottura in sequenza del canale e del livello tecnico in area 0.8880 circa darebbe una solida conferma sulla debolezza dell’euro ed aprirebbe la strada alla formazione, sul retest, di un valido pattern Long Term short.

GBP/USD

Dal canto suo la sterlina si trova in zona di test anche contro il dollaro USA, un trend confuso nell’andamento dei movimenti ma ben delineato nei suoi massimi e minimi relativi, ci attendiamo una violazione dei massimi di venerdi scorso (area 1.3200 circa) per confermare una possibile continuazione di tale trend.

AUD/USD

L’australiano riflette la ripresa di fiducia dei mercati americani con la fine dei rialzi e la violazione della trend line, rimane adesso anche lui in una zona di conferma cosi come la sterlina, conferma che potrebbe avvenire sulla rottura e retest del livello in zona 0.7730 circa e che configurerebbe anche un valido pattern Long Term short qualora lasciasse un buon segnale.

Per oggi è tutto, buon trading e buon inizio settimana.

SalPer.

Non aspettare, i posti sono limitati...
Iscriviti Subito nell'unico percorso che ti segue
finché non sei profittevole.
Trader Vincente