Analisi Forex del 20 Luglio 2019

di 20 Luglio 2019

 

Le prossime due settimane saranno sicuramente cruciali per il mercato delle valute, in particolare per l’euro/dollaro deto che le due banche centrali più importanti del mondo (BCE e FED) decideranno l’orientamento futuro delle politiche monetarie per l’Eurozona e per il Dollaro Americano.

Inizierà la BCE con il meeting del 25 luglio, che non avendo modo di lavorare sul tasso d’interesse relativo alle operazioni di rifinanziamento principale (tasso TUR) già a zero potrebbe accelerare su un’ulteriore riduzione del tasso relativo ai depositi presso la banca centrale, inoltre una delle ultime mosse del presidente Mario Draghi, ormai agli ultimi mesi del suo mandato, potrebbe essere quella di far ripartire un QE sin dall’inizio dell’autunno, in ogni caso si aprirebbero scenari fortemente ribassisti per l’EUR/USD che potrebbero portare il cambio a rivedere i propri minimi storici.

Proseguirà la settimana successiva, esattamente il 31 luglio, la FED, la banca centrale degli Stati Uniti dovrà chiarire la propria posizione verso la richiesta del mercato di tagliare i tassi, mossa che eventualmente porterebbe il biglietto verde ad un inevitabile rafforzamento, andando cosi ad appesantire ulteriormente il cambio contro l’Euro. L’unica speranza proviene da una possibile opposizione del presidente USA, Donald Trump, ad un rafforzamento della valuta americana, un eventuale braccio di ferro tra Jerome Powell ed il capo della casa bianca porterebbe invece ad una stagnazione del dollaro USA se non addirittura ad un indebolimento.

 

Per questa settimana è tutto, per i corsisti ci aggiorniamo all’interno dei consueti webinar, sul forum e su tutti gli altri canali riservati agli studenti del Nostro percorso formativo.

Buon trading e buono studio,

SalPer