Analisi Forex del 14 Luglio 2019

di 14 Luglio 2019

 

Settimana calda sia sui mercati americani, con Powell che apre al taglio dei tassi USA, sia su quelli europei, con il capo del Partito Laburista, Corbyn, che rimette in pista l’opzione Remain sul tavolo di discussione relativo alla Brexit.

Sul fronte americano gli indici riprendono vigore subito dopo che il presidente della FED ha rassicurato i mercati durante il discorso al Congresso USA, Jerome Powell ha puntualizzato con convinzione che la Banca Centrale agirà al meglio per sostenere la crescita economica, ha poi ribadito come non ci sia stato nelle ultime settimane un miglioramento nelle prospettive macroeconomiche degli Stati Uniti, lasciando quindi intendere che le probabilità di effettuare un taglio dei tassi di interesse a breve sono adesso maggiori rispetto al mese scorso, c’è addirittura chi ipotizza già la fine di questo mese come data più probabile.

Sul fronte europeo invece Jeremy Corbyn, capo del Partito Laburista britannico, ha annunciato un cambio di rotta sulla questione Brexit, Corbyn è considerato appartenente all’ala più euroscettica del suo partito ma tuttavia ha dichiarato che sia nel caso in cui il governo, nelle mani del Partito Conservatore, decida di uscire dall’UE sulla base di un accordo, sia nel caso in cui prevalga il cosiddetto “no deal”, cioè l’uscita senza nessun accordo, chiederebbe comunque di indire un referendum popolare, aggiungendo inoltre che in questa circostanza i Laburisti appoggerebbero l’opzione Remain, cioè la posizione di chi si oppone all’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

 

Per questa settimana è tutto, per i corsisti ci aggiorniamo all’interno dei consueti webinar, sul forum e su tutti gli altri canali riservati agli studenti del Nostro percorso formativo.

Buon trading e buono studio,

SalPer