Analisi Forex del 07 Luglio 2019

di 07 Luglio 2019

Il dato macroeconomico sul lavoro USA ha nettamente superato le aspettative degli analisti innescando acquisti diffusi del biglietto verde, nella giornata di venerdì, e rende improbabile un ritocco dei tassi da parte della FED nel breve periodo.

L’economia degli Stati Uniti ha creato 224.000 nuovi posti di lavoro nei settori non agricoli nel mese di Giugno, quelli creati dal settore privato sono invece risultati pari a 191.000 unità, in netto calo rispetto ai 223.000 posti di media del primo semestre 2018, tuttavia un dato che dimostra che l’economia a stelle e strisce è ancora in salute nonostante gli elementi di incertezza costituiti dal rallentamento globale e dal commercio internazionale, un ulteriore segnale positivo (dopo mesi di stagnazione) è arrivato dal tasso di disoccupazione che è salito al 3,7%, tutte buone notizie per la FED che adesso può permettersi di giustificare con ragione un rinvio della decisione su un possibile taglio dei tassi.

Sul fronte europeo invece assistiamo al tracollo della valuta britannica, un calo iniziato dopo che il governatore della BoE Mark Carney ha espresso forti preoccupazioni sulla crescita del Regno Unito, in seguito alla pubblicazione di dati poco incoraggianti, su tutti le PMI che hanno confermando una certa stagnazione dei settori produttivi.

Ovviamente pesa anche il rischio Brexit, la soluzione dura, quella preferita da Boris Johnson, candidato del partito conservatore, potrebbe dare più forza al Partito Nazionale Scozzese che preme fortemente per un nuovo referendum sull’indipendenza della Scozia, una situazione che incrina lo scenario ottimistico disegnato della BoE e la costringe a riconsiderare le proprie posizioni in merito.

Rimane infine stabile il quadro Asiatico che gode ancora del ritrovato dialogo tra Trump e Xi Jinping durante il G20, in settimana il consigliere economico della Casa Bianca Larry Kudlow ha dichiarato che i colloqui fra Washington e Pechino stanno proseguendo anche dopo le due giornate di Osaka attraverso canali diplomatici ad “alti livelli”, dichiarazione che contribuisce a rinforzare il clima di distensione tra i due paesi.

 

Per questa settimana è tutto, per i corsisti ci aggiorniamo all’interno dei consueti webinar, sul forum e su tutti gli altri canali riservati agli studenti del Nostro percorso formativo.

 

Buon trading e buono studio,

SalPer