Analisi Forex 8 luglio 2013

di 08 luglio 2013

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.

Non fare gli errori che ti bruciano i soldi sul Conto.
Visita le nostre risorse gratuite prima che sia TROPPO TARDI!!!

Ormai lo abbiamo detto in tutti modi possibili. Sembra quasi che tutti gli analisti siano sempre li, a dire le stesse cose ma di fatto, è cosi’. Il biglietto verde è il padrone assoluto del mercato, non solo in funzione delle varie valute ma anche, e soprattutto, a cospetto dei metalli preziosi, ormai indeboliti a tal punto da aver raggiunto, o quasi, le quotazioni pre-crisi del 2007.

In settimana ci hanno provato sia da Londra con la conferenza stampa del MCP che Draghi da Bruxelles ma il mercato, forse severo, ha dettato le proprie sentenze portando nella giornata di giovedì un forte acquisto di dollaro, soprattutto sulla sterlina, ma anche sull’euro. Il dato sull’occupazione americana poi, uscito positivo nonostante le aspettative, ha fatto il resto concludendo una settimana pesante che ha sancito diverse sentenze.

Oggi i mercati hanno aperto in leggero gap e abbiamo avuto un po’ di respiro per i prezzi. Movimenti che pero’ hanno tutte le sembianze di sviluppi correttivi piuttosto che nuovi impulsi destinati a riportare in auge il destino delle valute europee, ma questo ad ogni modo è da vedere e la situazione si renderà più limpida quando i prezzi si scontreranno con importanti livelli sui grafici.

EURUSD

Conclude la settimana su un supporto decisivo come 1.2800 per le sorti prossime del maggior cambio nel mercato delle valute. Una nuova rottura di questo supporto porterebbe con molte probabilità il cambio nella direzione di 1.2750 e in allungo verso 1.2660 circa. Per un operatività di lungo tempo in acquisto ci sarà molto da aspettare, almeno fino a che i prezzi non si porteranno stabilmente sopra alla media mobile a 21 periodi. Resta quindi il dovere di seguire la tendenza short e monitorare il prezzo verso la zona di resistenza che passa tra 1.3000 e 1.2950 per individuare eventuali segnali di inversione che darebbero il via libera a nuove operazioni in vendita:

GBPUSD

Rimbalzo molto tecnico quello di oggi per il cable. Il supporto molto preciso sul prezzo 1.4850 sui minimi di marzo potrebbe rivelarsi molto significativo, anche se per ora persiste la tendenza short e quindi nel lungo periodo il clima resta in vendita anche su questo cambio. Il primo punto da osservare per eventuali operazioni è 1.5034, supporto ben delineato in precedenza che ad oggi potrebbe funzionare come resistenza. In fine, la perdita definitiva di 1.4850 potrebbe lasciar strada al prezzo fino a 1.4600 netto, in quanto non sono presenti supporti importanti prima di questo livello:

Valuta a che punto è la Tua conoscenza del FOREX
facendo il Test di valutazione gratuito.

Fai il Video Corso GRATUITO con il quale avrai gli
strumenti unici e fondamentali con i quali iniziare la
Tua carriera di Trader Vincente!

AUDUSD

Molto bella la situazione tecnica sul grafico a 4 ore sull’Ausse. Quattro livelli di prezzo molto precisi rispettivamente in 0.9040, 0.9160, 0.9250 e 0.9340. L’analisi tecnica offre anche l’osservazione di una discreta regolarità negli ultimi cicli ribassisti, una trend line a sostegno dell’ultima porzione di trend ribassista e la media mobile decisamente educata nel seguire le dinamiche di mercato. Non a caso, l’AudUsd, viene considerato fra gli strumenti più tecnici in assoluto del mercato.

Cosa fare dunque? In primo caso verificare il prezzo nella prima resistenza. Se dovesse resistere e segnalare possibilità short, allora l’indicazione sarebbe valida. In caso di violazione invece avremmo in concomitanza il cedimento di una resistenza, di una trend line e di una media mobile. Da li potrebbe ripartire una lieve tendenza rialzista che potrebbe portare il prezzo su 0.9250 e successivamente in area 0.9340. Questa resistenza potrebbe sancire l’inizio di una tendenza rialzista importante. Restate quindi in controllo di questo cambio:

USDJPY

Non molto da dire sul rapporto tra dollaro e yen. Il cambio ha perso da tempo la forte direzionalità portata sul mercato da Tokio con l’immissione di valuta nei mercati. Resta oggi una live tendenza nel medio periodo che potrebbe favorire, anche qui, operazioni in acquisto di dollari. Il livello principale è chiaramente la quota di parità, ovvero 100 netto. Da qui possono arrivare indicazioni long, che potrebbero essere sfruttate per operare nel mercato. Un cedimento potrebbe estendere le contrattazioni verso 98.10:

Per oggi è tutto. Riprendono le conseute lezioni del Premium sia oggi che mercoledi. A tutti i lettori un saluto e alla prossima settimana.

Lucas

Partecipa al Webinar d'approfondimento,
nel quale ti comunicheremo gli strumenti per iniziare
la Tua carriera nel Forex.

Non aspettare, i posti sono limitati...
Iscriviti Subito nell'unico percorso che ti segue
finché non sei profittevole.
Trader Vincente