Analisi Forex 13 Aprile 2015

di 13 Aprile 2015

Dopo un breve periodo di incertezza e correzione il dollaro americano ritorna ad essere protagonista.
Questa settimana abbiamo deciso di scrivere l’articolo a mercati aperti:
subito possiamo notare dei movimenti molto volatili a favore del biglietto verde nei cambi che riguardano le valute asiatiche, e come la tendenza è rimasta invariata anche all’apertura dei mercati europei.

Analisi settimanale

EURUSD

Eurodollaro racchiuso in un range di 600 pips.
L’area di resistenza a 1.1050 è stata testata parecchie volte ma senza acquisire la forza necessaria per potersi spingere oltre.
Come segnalato nei precedenti articoli questa area corrispondeva anche ad un ottimo livello di Fibonacci dove i corsisti Premium hanno ricercato i pattern di ingresso short.
Attualmente il livello di attenzione è il minimo di periodo a 1.0462 per valutare eventuali chiusure parziali delle posizioni short della Tecnica Long Term, e considerare sviluppi futuri del prezzo di questa tendenza fortemente ribassista.

EURUSDDaily

GBPUSD

Il cable ha rotto in maniera decisa il supporto in area 1.47 confermando la tendenza dollarocentrica.
Attendiamo quindi il retest dell’area in questione prima di ricercare eventuali pattern di ingresso short sfruttabili con le nostre tecniche di lungo periodo.

GBPUSDDaily

AUDUSD

Livello di supporto molto marcato anche per il dollaro australiano che si trova ormai in fase laterale da ormai quasi tre mesi.
Come ben sappiamo quando il prezzo staziona molto in determinate aree di prezzo, si accumulano parecchi ordini di acquisto/vendita oltre agli ordini di stop, andando a generare dei rally di prezzo di alcune decine di pip.
Questi movimenti sono ottimi per essere sfruttati con le nostre tecniche intraday come Suprema e Break-Out.

AUDUSDDaily

Per i corsisti Premium l’appuntamento rimane alle consuete webinar settimanali e ricordo per chi avesse dubbi o bisogno di chiarimenti non esiti a consultare il servizio Coaching Team.

E non dimenticatevi il Servizio Analisi sul blog, con l’elenco dettagliato delle potenziali occasioni di trading imminenti.

Arrivederci alla prossima analisi.

Simone