Medie Mobili e trend una stretta relazione.

by / Wednesday, 11 January 2017 / Published in blog, Formazione

Una media mobile è un indicatore visivamente costituito da una linea che segue il prezzo esemplificandone l’andamento e si ottiene calcolando, con diverse metodologie, la media dei prezzi di un determinato intervallo di tempo.

Esistono diversi tipi di medie classificate in base al metodo di calcolo ma le più diffuse sono di due tipi, la media semplice e quella esponenziale.

La media mobile semplice, detta anche SMA, viene calcolata dando la stessa importanza a tutti i prezzi indipendentemente da quanto siano temporalmente lontani dal momento attuale, la media mobile esponenziale, detta anche EMA, invece dà maggior importanza ai prezzi più recenti attraverso l’utilizzo di un fattore di pesatura nel proprio calcolo.

A prescindere dal tipo di media mobile preso in esame l’andamento viene calcolato su un certo numero di dati, detto periodo, più lungo è il periodo considerato più lenta è la media a segnalare i cambi di direzione del mercato, viceversa più piccolo è il periodo considerato e più veloce sarà la media a segnalare i cambi, ma a prezzo però di qualche falso segnale in più.

I modi di utilizzare le medie mobili più diffusi sono sostanzialmente due, il primo è mettendone sul grafico una sola, e osservando il comportamento del prezzo rispetto a quest’ultima, quando il grafico delle quotazioni incrocia al rialzo o al ribasso la media mobile viene considerata come un’indicazione che il trend è cambiato, rialzista quando il prezzo si trova sopra la media e ribassista quando il prezzo si trova sotto.

una-media

Il secondo modo utilizza invece due o più medie mobili, in questo caso il cambio di tendenza è indicato dall’incrocio delle medie stesse, nello specifico se la media più veloce incrocia la più lenta dal basso verso l’alto segnalerà la nascita di un trend rialzista e viceversa per un trend ribassista.

due-medie

Come possiamo vedere in entrambi i grafici sopra riportati il più grande difetto dell’utilizzo delle medie mobili come indicatore di segnali operativi è la grande quantità di falsi segnali che queste generano, per questo motivo non vengono quasi mai utilizzate come strumento operativo ma vengono maggiormente utilizzate come strumento di analisi ed individuazione del trend al fine di determinarne l’inizio o la fine con un margine di approssimazione più o meno accettabile a seconda del TimeFrame e della tecnica utilizzata.

Buono studio,
SalPer

Commenta l'articolo

commenti

2 Commenti to “Medie Mobili e trend una stretta relazione.”

  1. risper says : Reply

    Le medie mobili possono solo dirci se un trend è forte o debole, o se il prezzo sta dormendo.
    Il segnale di inversione parecchie volte è ingannevole.
    Usarle come segnale operativo mi sembra esagerato!

Leave a Reply

TOP
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.